25 Febbraio 2024 05:51

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Risparmio dal fotovoltaico, autoconsumo o scambio sul posto?

Condividi

autoconsumo o scambio sul postoAutoconsumo o scambio sul posto? Risparmiare con il fotovoltaico

Un sistema fotovoltaico offre numerosi benefici: porta l’energia solare direttamente a casa tua, aiuta a ridurre le spese energetiche e aumenta il valore della tua proprietà.

Quanto costa un sistema fotovoltaico? Oggi un sistema fotovoltaico base di 3 kW può costare a partire da 4.000 euro escludendo le agevolazioni fiscali.

L’interesse per i sistemi fotovoltaici continua a crescere. Tra le ragioni, ce n’è una molto significativa: se ben configurati, questi sistemi possono ridurre il prelievo dalla rete fino all’80%. Questi sono sistemi elettrici progettati per generare energia rinnovabile dalla luce solare, che può essere utilizzata per: alimentare immediatamente elettrodomestici e apparecchiature elettriche; ricaricare le batterie per utilizzare l’energia nei momenti più opportuni; vendere l’energia alla rete per un ritorno economico, spesso attraverso il sistema dello Scambio sul Posto.

5 MOTIVI PER INSTALLARE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Per ottenere un risparmio significativo con i pannelli fotovoltaici, è consigliabile avere almeno 3-4 ore di sole diretto al giorno. In caso i pannelli restassero all’ombra tutto il giorno, il risparmio in bolletta sarebbe molto limitato o quasi nullo, poiché la produzione di energia sarebbe notevolmente ridotta.

Autoconsumo o scambio sul posto?

Si risparmia di più con l’autoconsumo! L’autoconsumo si riferisce all’energia elettrica generata dal tuo impianto e utilizzata immediatamente per soddisfare le esigenze domestiche. Il risparmio è massimo quando usiamo l’energia auto-prodotta, quindi una volta che l’impianto è installato, dovremmo cercare di adattare i nostri consumi, come fare la lavatrice e la lavastoviglie durante il giorno, quando l’energia proviene dal sole.

I kilowattora rimanenti prodotti dall’impianto che non vengono consumati direttamente saranno immessi nella rete e il GSE prevede un contributo, erogato in una o due rate annuali e calcolato attraverso una formula specifica.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie