25 Maggio 2024 16:27

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Quanto consuma una stufetta elettrica sempre accesa

Condividi

Quanto consuma stufetta elettricaQuanto consuma una stufa elettrica? Il consumo energetico per riscaldare un’abitazione varia a seconda delle necessità dell’occupante e della grandezza degli spazi che necessitano di essere riscaldati. Altri fattori come la perdita di calore possono essere minimizzati tramite un adeguato isolamento termico o una corretta coibentazione delle pareti sia interne che esterne.

Considerando singolarmente, un riscaldatore elettrico ad alta efficienza consuma tra i 300 e i 2.500 watt. Per calcolare il consumo, il punto di riferimento è il kilowattora (kWh), che rappresenta la quantità di energia necessaria per il funzionamento dell’apparecchio. Supponiamo di aver acquistato un riscaldatore da 1000 watt, in un periodo in cui il costo medio dell’energia elettrica è di 0,50 €/kWh. Per determinare il consumo, a seconda della potenza, dobbiamo moltiplicare i watt per il tempo durante il quale il riscaldatore è acceso.

Tenendo acceso la stufa per un’ora il costo sarà di 50 centesimi di euro. Dopo due ore, avremmo speso 1 euro.

L’uso di un stufa elettrica può essere vantaggioso per riscaldare spazi domestici di dimensioni ridotte, ma varia a seconda del modello, dell’efficienza del riscaldatore, della grandezza degli ambienti in cui è utilizzato e del modo in cui lo si usa. Per riscaldare uno spazio di circa 60 metri quadrati, si necessita di un riscaldatore con una potenza superiore a 2.500 watt.

Se lo si tenesse acceso per 2 ore al giorno, con una tariffa energetica di 0,50 euro per kWh, il costo sarebbe di 2,50 euro al giorno. Questo equivale a 75 euro al mese. Sarebbe inoltre necessario un altro riscaldatore, di potenza inferiore, per il bagno e altre stanze più piccole.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile