Dicembre 4, 2022 16:37

Quando scegliere il cippato per il riscaldamento

Il cippato è legna ridotta in scaglie, con dimensioni che variano da pochi millimetri a 6 cm, ottenuto attraverso macchine cippatrici. Viene prodotto da da residui dell’industria del legno. o da residui agricoli e forestali (tronchi, stanghe, ramaglie, piante intere).

La qualità del cippato dipende dalla materia prima (tronchi, ramaglie), specie legnosa, grado
di stagionatura o essiccazione, pezzatura delle scaglie e contenuto di cenere e viene definita dalla norma tecnica internazionale UNI EN ISO 17225-4 che definisce quattro classi di qualità e relative caratteristiche: A1, A2, B1, B2.

Il cippato si presta all’utilizzo in caldaie di media-grande potenza (minimo 40-45 kW termici), con un fabbisogno superiore a 50-60 MWh termici annui, e necessita di un apposito locale di stoccaggio le cui dimensioni dipendono dai consumi della caldaia.
È molto conveniente se la caldaia di trova nel raggio di 70-100 km di distanza da un produttore professionale di cippato.

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie