20 Luglio 2024 00:30

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Escursione al Pizzo Zerna

Condividi

Tanti non conoscono questa cima, panoramica, dalla quale si ammirano le montagne orobiche, la catena retica e le lontane vette alpine, ma questa escursione non è da fare dopo la pioggia.

A Caiolo ci si munisce di permesso VASP e si sale lungo la Valle del Livrio (detta anche Liri). Raggiunta la località San Salvatore si imbocca la stradina di destra in direzione della chiesetta e si prosegue nella vallata fino al bivio (1.390 m) che sale alle baite di La Costa.

Qui ci si incammina lungo la pista sterrata per circa 3 km, poi si prosegue sul sentiero che fiancheggia il Torrente Livrio; a quota 1950 m bisogna guadarlo e proseguire sul lato orografico destro.

A 2.090 m, arrivati ad un altro bivio, se si svolta a sinistra si va al Lago del Publino, mentre imboccando il sentiero di destra, che indica Passo del Tonale, si prosegue per 50 metri e poi si prende la traccia di sinistra che raggiunge i 2.368 m del Passo del Publino, da dove ci si affaccia sulla Val Brembana.

Salendo lungo il sentiero sotto cresta del versante bergamasco si raggiunge il Pizzo Zerna (2.572 m) che si trova a fianco del Monte Masoni.

Tornati al Passo del Publino conviene scendere al vicino Bivacco Pedrinelli (2.300 m) edificato sul rudere della piccola caserma risalente alla Prima Guerra Mondiale.

Ritornati al Passo del Publino si scende al bivio da dove si prosegue verso Ovest raggiungendo il piccolo laghetto da cui escono le acque le Livrio. Superata la deviazione che sale al Corno Stella si passa dalla Baita Publino (2.135 m).

Proseguendo in direzione Nord il percorso si mantiene sui 2000 metri di quota con un continuo sali/scendi passando sotto Cima Tonale e Punta Cerech.

Raggiunto un piccolo monumento sotto Cima Sasso Bianco inizia la discesa che passa dalla Baita dei Cacciatori (1.950 m). Il sentiero diventa più marcato e sbuca alla grande baita di Sasso Chiaro (1.660 m) dove inizia una strada sterrata che scende alle case di La Costa e poi alla VASP di fondo valle.

Percorso (EE) di 19 chilometri, dislivello positivo 1.500 metri, rarissime fontane.
Giorgio Gemmi

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile