17 Aprile 2024 14:06

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Le monete da 2 lire rare e ricercate dai collezionisti

Condividi

Monete due lire rare – Le vecchie, e per molti care, Lire nascondo dei tesori nascosti nelle case degli inconsapevoli italiani. Nel 2002 l’euro ha soppiantato la lira italiana, che ha quindi ha cessato il suo corso legale. Creando nel contempo il mercato dei collezionisti, alla ricerca dei pezzi più rari o ancora meglio unici.

DOVE SI VENDONO MONETE E BANCONOTE RARE

MONETE RARE – In particolare alcune vecchie monete di lire della Repubblica Italiana hanno raggiunto nel tempo un valore notevole. La domanda per monete e banconote rare dipende comunque dal mercato e varia nel tempo, quindi per conoscerne il valore esatto si raccomanda sempre di farla valutare da professionisti del settore.

1946 – La moneta da 2 lire con la spiga è stata coniata dal 1946 al 1959 con raffigurati su una facciata una spiga di grano, sull’altra un uomo che impugna un aratro. La versione del 1946, coniati 122 mila pezzi, può valere da 150 euro fino a 400 euro in fior di conio.

1947 – La versione del 1947, coniata in 12mila pezzi, può valere da 450 euro fino a 1.800 euro in fior di conio.

1949 – La moneta da 2 lire coniata nel 1949, se ben conservata, vale parecchi soldi. La versione Spiga ha infatti avuto in quell’anno una tiratura di 1.350.000 esemplari e oggi chi ne possiede uno può ricavarne senza problemi 160 euro, se in fior di conio (cioè che non presenta segni di usura, come se in pratica non avesse mai circolato).

GRADI DI CONSERVAZIONE E VALORE DELLE MONETE

1958 – Anche la moneta da 2 lire coniata nel 1958, vale una fortuna. Questa versione presenta un’ape raffigurata su una facciata e un ramoscello di ulivo sull’altra. Questa moneta è poco diffusa e può valere fino a 500 euro in base alle sue condizioni.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile