29 Novembre 2023 00:31

Microcappotto termico: come funziona e quando si usa

Condividi

Microcappotto termico come funzionaMicrocappotto termico come funziona – Il microcappotto termico, o cappotto termico di piccola dimensione, costituisce un’innovazione del cappotto termico tradizionale. Nonostante le dimensioni ridotte e lo spessore sottile, offre una performance eccellente e un’efficienza termica ed energetica equivalente a quella di un cappotto normale. Questa tecnologia si distingue per la sua durabilità e per l’elevata performance in termini di isolamento termico, resistenza al fuoco e traspirabilità.

Il microcappotto è un rivestimento che integra microsfere di varie dimensioni, contenenti aria sottovuoto. Il grado di granulosità di queste sfere permette di aumentare o diminuire il livello di isolamento termico del’area applicata.

Mentre un cappotto termico tradizionale richiede l’installazione di pannelli isolanti, il microcappotto può essere applicato come una vernice normale. Una volta asciutto, diventa un efficace isolante termico per l’edificio.

Il microcappotto può essere applicato sulle pareti interne, esterne, sui soffitti e sui tetti. Tra le sue proprietà si annoverano l’isolamento termico, la riflessione del calore, la resistenza ai raggi UV, la traspirabilità, la resistenza al fuoco e l’ecosostenibilità. Inoltre, elimina i ponti termici, le principali cause di perdita di energia e risultante squilibrio termico.

Questo rivestimento di nanotecnologia offre prestazioni eccezionali per la conduzione termica, con un coefficiente di 0,0019.

Microcappotto termico come funziona – L’applicazione del microcappotto non richiede molto tempo, poiché il composto si presenta in forma semiliquida, simile a una vernice. Può essere applicato con una spatola, un rullo o uno spruzzatore. Generalmente, viene applicato con uno spessore di 4-8 mm, a seconda del livello di isolamento voluto.

Il microcappotto è particolarmente raccomandato per:

luoghi con alta condensa, come bagni e cucine, in quanto contribuisce a rendere minima la formazione di muffa e condensa sulle pareti;
edifici esistenti, dove non è fattibile la posa di un cappotto di spessore maggiore;
edifici con mattoni a vista che non possono essere ricoperti da pannelli isolanti;
fronti di edifici storici che non possono subire alterazioni estetiche o architettoniche;
contorni di porte e finestre, tetti e balconi, per eliminare i ponti termici;
interni in cui non è possibile installare un cappotto termico.

L’applicazione di un microcappotto termico può offrire un’alternativa al cappotto termico tradizionale, garantendo prestazioni di alto livello a un costo inferiore. Il prezzo di tale procedimento varia a seconda delle specificità e condizioni dell’edificio.

E’ inoltre possibile usufruire delle detrazioni fiscali per il rinnovo edilizio, previste per le opere di efficientamento energetico dell’edificio.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie