25 Aprile 2024 00:00

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Il Lago di Lecco esiste solo sui cartelli stradali

Condividi

lago di leccoLago di Lecco?

Scatena sempre una diatriba social e non solo il cartello stradale sulla strada statale 36 che segnala la località “Lago di Lecco” in corrispondenza dell’uscita per Abbadia Lariana.
Si devono specificare alcuni aspetti a riguardo.

RAMO DI LECCO – Il primo. Il lago di Lecco non esiste, ma il ramo di Lecco è una delle tre sezioni che costituiscono il Lario (comunemente conosciuto come Lago di Como), insieme al ramo di Como e a quello di Gera; il nome deriva da quello della città di Lecco, che si trova alla sua estremità meridionale.

Questa porzione del Lario si estende da Lecco fino a Varenna (sponda est) e Pescallo, una frazione di Bellagio (sponda ovest), dove incontra gli altri due rami.

CARTELLI MARRONI – Secondo. La cartellonistica di colore marrone indica località o punti di interesse storico, artistico, culturale e turistico, denominazioni geografiche, ecologiche, di ricreazione e per i campeggi.

IL LAGO DI COMO ARRIVAVA FINO A SAMOLACO

Cartello Lago di Lecco

Di conseguenza il cartello sulla statale 36 è legittimo, pur se parla di un qualcosa che non esiste ufficialmente e che sicuramente contribuisce ad alimentare il dibattito più che a portare qualcosa di utile alla cittadinanza.

Come operazione di marketing può avere un senso, ma crea anche della confusione.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile