24 Aprile 2024 01:41

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Impianto solare termico: a circolazione naturale o forzata

Condividi

L’impianto solare termico domestico è progettato per generare acqua calda sanitaria e per riscaldare le abitazioni, sfruttando l’energia solare. Questo tipo di energia produce calore, un aspetto da non confondere con le funzioni dei pannelli fotovoltaici, che trasformano l’energia solare in energia elettrica. A livello domestico, l’energia termica, o calore, può essere utilizzata per l’acqua calda e per le necessità di riscaldamento della casa.

Impianti solari a circolazione naturale – Nei sistemi a circolazione naturale, il movimento del fluido termovettore tra il pannello e il serbatoio è determinato unicamente dalla differenza di densità e temperatura. Questo significa che il movimento avviene spontaneamente poiché il fluido, riscaldandosi, diminuisce di densità e pertanto tende a salire verso il serbatoio. Al contrario, si sposta in direzione opposta quando si raffredda. Questo genere di sistema è il più semplice e conveniente per l’utilizzo domestico.

PANNELLO SOLARE E AUMENTO DELLA CLASSE ENERGETICA

Impianti solari a circolazione forzata – Per generare un’adeguata quantità di acqua calda sanitaria e riscaldare ambienti più ampi, un’impianto solare domestico a circolazione forzata è l’opzione consigliata. Questo sistema utilizza una pompa per facilitare il movimento del fluido termovettore, e in questo scenario, il serbatoio può essere posizionato all’interno della struttura.
Un impianto di questo tipo funziona efficientemente durante tutto l’anno, indipendentemente dalla temperatura esterna, poiché l’accumulatore non è esposto alle intemperie e la sua coibentazione risulta più efficace rispetto al modello a circolazione naturale. Tuttavia, il costo di questa tipologia di impianto è più elevato rispetto a quello a circolazione naturale.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile