29 Febbraio 2024 09:51

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Gli impianti fotovoltaici rubano terreni all’agricoltura?

Condividi

Gli impianti fotovoltaici rubano terreni all’agricolturaGli impianti fotovoltaici rubano terreni all’agricoltura? – Recentemente si sono moltiplicati articoli e segmenti televisivi che diffondono idee errate sul fotovoltaico, rendendo necessario un chiarimento per prevenire una visione distorta dei sistemi di energia solare. Questi miti infondati possono rappresentare un ostacolo nel combattere i cambiamenti climatici.

Gli impianti fotovoltaici non rubano terreni all’agricoltura.

superficie agricola disponibile: 16,60 milioni di ettari.
superficie agricola utilizzata: 12,4o milioni di ettari.
superficie agricola non utilizzata/abbandonata: 4,20 milioni di ettari.
superficie agricola abbandonata ogni anno: oltre 120.000 ettari.

Per conseguire gli obiettivi di taglio delle emissioni di gas serra entro il 2030, avremmo bisogno di 43 Gigawatt (GW) di nuovi impianti fotovoltaici. Questa nuova capacità richiede approssimativamente 56 mila ettari di spazio, di cui il 30% può essere utilizzato sui tetti, rendendo necessari circa 39 mila ettari di terreno agricolo. Questo equivale a un terzo dell’area agricola che ogni anno si abbandona, 0,9% dell’area agricola totale perduta, e solo lo 0,24% della superficie agricola complessiva.

Lo spazio, quindi, non rappresenta un problema. Inoltre, è possibile continuare le operazioni agricole tra le righe e sotto i moduli fotovoltaici.

L’agro-fotovoltaico offre dunque una grande opportunità, dato che permette agli agricoltori di continuare a lavorare la terra e al contempo di beneficiare di un guadagno economico supplementare derivante dal fotovoltaico.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie