16 Aprile 2024 19:43

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Energia autoprodotta con il fotovoltaico: quanto si guadagna?

Condividi

Energia fotovoltaico quanto si guadagna – Per trarre vantaggio economico dalla vendita dell’energia elettrica autoprodotta con l’energia solare, è fondamentale equipaggiare l’impianto con un contatore. Questo dispositivo permette di calcolare l’energia iniettata nella rete, fornendo quindi un valore preciso.

Impianto fotovoltaico: i falsi miti da sfatare

Per determinare il profitto guadagnato dalla vendita dell’energia elettrica, si deve sottrarre l’energia usata da quella eccedente. Per calcolare accuratamente l’energia usata si moltiplica il prezzo di mercato per la corrente erogata, mentre per ottenere il valore dell’energia consumata, si moltiplica quest’ultima per la corrente consumata. Il valore ottenuto viene quindi sottratto dal totale.


Nel sistema di scambio sul posto, l’energia viene acquistata al prezzo di mercato, incluse eventuali spese e servizi correlati, mentre nel ritiro dedicato, l’elettricità viene ritirata e acquistata sempre al suo prezzo di mercato, che può variare tra valori minimi e massimi, oscillando tra 3 a 10 centesimi di euro per kWh.

Il PUN, che è il prezzo medio di riferimento per l’energia elettrica, si aggira invece intorno ai 4 centesimi di euro per kWh. Pertanto, la vendita di energia elettrica risulta economicamente vantaggiosa solamente se l’energia proviene da impianti di grandi dimensioni che permettono di ammortizzare i costi di installazione e gestione.

L’impianto fotovoltaico da installare senza permessi

Nonostante un impianto fotovoltaico possa essere considerato un buon investimento oggi, sopratutto grazie agli incentivi forniti dallo stato, i prezzi attuali dell’energia elettrica nel mercato non permettono di ottenere un guadagno significativo rispetto ai costi associati alla manutenzione e alle riparazioni.

Le spese per la pulizia dei pannelli e dei filtri, le riparazioni, i costi elevati delle batterie al litio, rappresentano un investimento che raramente può essere recuperato attraverso la vendita dell’energia inutilizzata e la sua reintroduzione nella rete.

Tuttavia, la vendita di energia elettrica rimane un ottimo metodo per ottimizzare il funzionamento di un impianto fotovoltaico, dimostrandosi particolarmente utile nel ridurre gli sprechi, attraverso l’alienazione di una considerevole quantità di corrente non utilizzata, il tutto mantenendo un forte rispetto per l’ambiente.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile