Mercoledì 08 dicembre 2021

Dal 2022 in vigore l’alcol test sulle piste da sci

Condividi

Il Decreto Legislativo n. 40 del 28 febbraio 2021 introduce, a partire dal 1° gennaio 2022, l’alcol test sulle piste da sci italiane. L’articolo 31 del DL equipara in sintesi il provvedimento all’alcol test per i conducenti dei mezzi a motore. Il controllo alcolemico e tossicologico sulle piste da sci potrà essere effettuato da Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza e, infine, Polizia locale nello svolgimento del servizio di vigilanza e soccorso nelle località sciistiche.
La norma disciplina accertamenti alcolemici e tossicologici per chi accede alle piste da sci. In particolare:
è vietato sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche;
gli organi accertatori, nel rispetto della riservatezza personale e senza pregiudizio per l’integrità fisica, possono sottoporre gli sciatori ad accertamenti qualitativi non invasivi o a prove, anche attraverso apparecchi portatili;
quando gli accertamenti qualitativi hanno dato esito positivo ovvero quando si abbia altrimenti motivo di ritenere che lo sciatore si trovi in stato di alterazione psicofisica derivante dall’influenza dell’alcool o di droghe, gli organi accertatori, anche accompagnandolo presso il più vicino ufficio o comando, hanno la facoltà di effettuare l’accertamento con gli strumenti e le procedure previste dalla legge.
Le sanzioni amministrative e penali sono le medesime delle auto. Quindi nel caso di accertato stato di ebbrezza o alterazione psicofisica tossicologica la sanzione prevista parte dalla multa e può arrivare all’arresto, a seconda della gravità. Le sanzioni vengono inoltre raddoppiate nel caso in cui lo sciatore, oltre a risultare positivo all’alcol test, cagiona un incidente.
Assicurazione obbligatoria per sciare in Italia
Come risparmiare l’assicurazione obbligatoria per sciare

Ultime notizie