20 Giugno 2024 23:41

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

I vantaggi del pavimento radiante

Condividi

Vantaggi pavimento radianteVantaggi pavimento radiante – Gli impianti di riscaldamento a pavimento radiante rappresentano una delle soluzioni più all’avanguardia e comode. Consentono di ricevere calore o fresco direttamente dal pavimento, irradiando l’intero spazio in modo uniforme. A differenza delle stufe o dei termosifoni, che creano differenze di temperatura in zone lontane dalla fonte di calore, l’impianto a pavimento funziona attraverso l’irraggiamento.

L’impianto a pavimento radiante viene posizionato tra il massetto e il pavimento attraverso strutture isolanti che impediscono la dispersione del calore generato. Ciò comporta un notevole vantaggio estetico, visto che non ci sono radiatori o stufe visibili nelle stanze.

Il pavimento radiante dispone di condotti in cui scorre l’acqua riscaldata (da caldaia o pompa di calore) a una temperatura tra 28° e 30° che al livello della superficie non supera i 24°. La temperatura dell’acqua può essere regolata attraverso un termostato per ogni ambiente.

Vantaggi pavimento radiante

L’impianto può essere impiegato sia per il riscaldamento che per il raffreddamento: ovvero, un singolo investimento per un utilizzo duplice.

Il pavimento trasferisce il calore (o il freddo) all’ambiente in maniera uniforme attraverso l’irraggiamento, offrendo un comfort termico sensibilmente superiore rispetto ai metodi tradizionali di riscaldamento e raffreddamento (radiatori a gas e/o condizionatori).

Situato sotto il pavimento e quindi non esposto a urti o sollecitazioni, l’impianto non richiede manutenzione frequente.

L’eliminazione dell’uso di unità esterne come termosifoni o pompe di calore consente di ridurre l’ingombro all’interno delle stanze, facendo apparire gli spazi più ampi ed esteticamente piacevoli.

L’impianto opera a temperature di mandata basse (la temperatura dell’acqua che circola nelle tubature è bassa e limita la temperatura del pavimento a circa 24°C): questo permette di tagliare considerevolmente i consumi e di risparmiare significativamente sulla bolletta.

Le temperature ridotte dell’acqua nei tubi impediscono i movimenti convettivi che disperdono la polvere e non favoriscono la decomposizione del pulviscolo: ciò riduce quindi la diffusione di polvere e acari, particolarmente problematici per chi è affetto da asma e allergie.

L’elevata efficienza energetica del pavimento radiante lo qualifica come uno dei sistemi di riscaldamento o raffreddamento con il minor impatto ambientale.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile