13 Aprile 2024 15:37

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Stufa a legna: pro e contro

Condividi

bonus stufa pelletStufa a legna pro e contro – La stufa a legna è un’opzione ideale se disponi di una fornitura propria di legna, se passi molto tempo a casa e puoi accendere manualmente la stufa, e se nella zona in cui vivi le interruzioni di corrente sono frequenti.

Potere calorifero – Il legno contiene una quantità di umidità maggiore, che durante il processo di combustione tende a creare più fumo e a rilasciare altre sostanze nell’aria. Comparativamente al pellet, il legno – a peso uguale – genera meno calore e per un periodo di tempo più breve.

Canna fumaria – Data la maggiore produzione di fumo durante la combustione del legno, è necessario installare un camino con un diametro superiore rispetto a quello necessario per una stufa a pellet.

Mancanza di componenti elettriche – Le stufe a legna hanno meno parti mobili e non contengono componenti elettriche, il che significa che non è possibile programmare l’accensione a distanza, ma solo manualmente.

Manutenzione – Proprio a causa della mancanza di parti mobili ed elettriche, le stufe a legna necessitano di manutenzione meno frequente rispetto alle stufe a pellet. Inoltre, potrai continuare a utilizzare la tua stufa anche in caso di interruzione dell’energia elettrica. Un ulteriore vantaggio è la maggior capacità del braciere per contenere la cenere.

Conservazione – La legna necessita di una località apposita per essere conservata. Se ottieni la legna autonomamente, bisogna considerare lo sforzo significativo nel cercarla, tagliarla e accatastarla. È un processo faticoso, ma che potrebbe ridurre notevolmente i costi per il funzionamento della stufa.

Estetica e dimensioni – Se necessiti di riscaldare un’area estremamente grande, forse il pellet potrebbe offrire una soluzione più economica, dato il suo potere calorifico superiore.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile