13 Aprile 2024 04:39

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Spie motore accese: quali indicano malfunzionamenti

Condividi

revisione autoSpie motore accese – Le automobili moderne sono dotate di numerosi indicatori grazie agli ubiquitari display, tuttavia le spie del motore richiedono un’attenzione particolare poiché segnalano diverse anomalie, alcune delle quali possono essere gravi.

I colori delle spie svolgono un ruolo importante: quelle gialle fungono da avviso, mentre quelle rosse indicano un pericolo che richiede un intervento immediato.

Tra le spie del motore di colore giallo c’è quella con la silhouette di un motore, la quale segnala un malfunzionamento generico, che può variare da un problema minore, come un disturbo a un sensore elettrico, ad uno grave. Anche se il pericolo potrebbe non essere immediato resta il forte rischio di causare dei danni.

Tra le varie spie di allerta del motore, è presente anche quella che segnala un problema con il filtro antiparticolato, responsabile dell’eliminazione delle microparticelle prodotte dalla combustione. Inizialmente utilizzato solo nei motori diesel, tale filtro si sta diffondendo anche nei motori a benzina ad iniezione diretta, pertanto è comune trovarlo in numerose automobili. Per rigenerare il filtro, spesso è sufficiente percorrere una certa distanza con il motore ad alto regime; tuttavia, se l’allerta continua, è consigliabile effettuare un controllo in officina.

Altre spie di allerta del motore di colore giallo riguardano il livello del liquido di raffreddamento, il sistema antibloccaggio dei freni (ABS), il controllo di stabilità e l’usura delle pastiglie freno. Questi indicatori non segnalano un pericolo immediato – ad esempio, l’indicatore di usura delle pastiglie freno si attiva quando lo spessore del materiale di attrito delle pastiglie è ancora adeguato per un normale utilizzo – ma è comunque necessario recarsi in officina per effettuare i dovuti controlli.

Il rosso è un segnale di pericolo, sia in termini di sicurezza generale che per la meccanica. Ad esempio, la spia dell’olio può segnalare un’eccessiva temperatura o un livello o pressione troppo bassi. In questo caso, la soluzione è fermare l’auto in modo sicuro e spegnere il motore. Se si notano perdite di olio evidenti e il livello dell’olio è basso, si può tentare di aggiungere olio: se la spia si spegne, si può procedere con cautela verso un’officina, poiché la perdita è presente. Se la spia rimane accesa anche dopo aver aggiunto olio, è necessario chiamare il carro attrezzi, in quanto il guasto è serio. Se la spia del motore che si accende è quella della batteria, è possibile continuare a guidare un po’ più a lungo, tenendo presente che, una volta scaricata la batteria, l’auto si spegnerà e non ripartirà neanche a spinta, poiché il problema riguarda il circuito di ricarica.

Se la spia dei freni, del liquido di raffreddamento, dell’airbag o del servosterzo si accende in rosso, è necessario prestare attenzione e preoccuparsi. Un motore con temperatura alta non è grave come una pressione dell’olio bassa, ma bisogna comunque fermarsi il prima possibile. Se il problema riguarda il servosterzo o l’airbag, si può tentare di “resettare” il sistema spegnendo il motore per alcuni minuti.

La spia rossa dei freni richiede un controllo immediato: se il livello del fluido è basso e la spia si spegne dopo averlo rabboccato, siamo stati fortunati. Tuttavia, se la spia rimane accesa – e il freno a mano è completamente rilasciato – c’è sicuramente un problema. È obbligatorio effettuare un controllo e, se si accende anche la spia dell’ABS, è assolutamente necessario fermarsi e chiedere aiuto: il sistema frenante potrebbe avere problemi seri.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile