Si viaggia in piedi sui bus sostitutivi della linea Sondrio – Tirano

Un lettore ci ha segnalato l’ennesimo disservizio riscontrato in data odierna sulla linea ferroviaria Sondrio – Tirano, allegando foto e prove della situazione nella quale si trovano spesso costretti a viaggiare studenti e pendolari in Valtellina.

“Questa mattina si è toccato il limite. Da due anni a questa parte è stato eliminato il fondamentale treno delle 6:40 che da Sondrio portava gli studenti a Tirano e viceversa alle 7:24. Dal 2019 circa, con il cambio orario, Trenord ha sostituito un servizio svolto da un treno composto quasi sempre da tre vagoni (pieni  il più delle volte) da un unico bus di circa 50 posti.

Questa mattina la corsa 1292A partita già completa a Sondrio, ha effettuato fermata a Ponte in Valtellina dove c’erano 10 studenti circa che dovevano salire. Per motivi di sicurezza (siccome gli autobus utilizzati non possono trasportare più del previsto), agli studenti in salita è stato negato il trasporto per insufficienza di posti.  A seguito delle proteste e, anche al fine di garantire due diritti fondamentali (quello allo studio e al lavoro) si è fatto in modo di far salire gli studenti che per circa 30 minuti hanno viaggiato in piedi. 

Inoltre per finire in bellezza, con il cambio orario del 12 giugno di quest’anno Trenord ha avuto anche la bella idea di rimuovere non un treno, bensì una corsa sostituiva che partiva da Tirano alle 7:37 e andava a Sondrio, lasciando un buco orario tra Sondrio e Tirano di 2 ore piene (alle 8 del mattino in piena ora di punta).

La situazione che sta accadendo tra Sondrio e Tirano ogni anno è sempre peggiore: dalle prime soppressioni di treni avvenute nel 2010, si sono via via fatte complete sostituzioni con soli bus, per poi cominciare a cancellare collegamenti tra Sondrio e Tirano e paesi. Ormai su questa linea non c’è limite all’impossibile”.

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie