16 Aprile 2024 19:57

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Pronto soccorso a pagamento: come funziona

Condividi

Covid dati vaccinazioniPronto soccorso a pagamento – L’ambulatorio a accesso diretto è attualmente in fase di sperimentazione all’interno delle strutture sanitarie del Gruppo San Donato, riconosciute dalla Regione Lombardia.

Questo processo è iniziato a Milano, presso le strutture Galeazzi-Sant’Ambrogio e Policlinico San Donato. Successivamente, si è esteso a Brescia, con la sperimentazione al S. Anna, per poi arrivare al Policlinico San Marco di Zingonia, a Bergamo.

Per accedervi è necessario versare un importo di 149 euro. Questa somma non esclude il pagamento delle tariffe stabilite per esami diagnostici di primo e secondo livello, così come esami strumentali, che possono essere consigliati da uno specialista a seguito di una visita. Il pagamento serve per lo più a garantire un accesso preferenziale, ovvero un “salta fila”, e poco altro.

Pronto soccorso a pagamento – Le prestazioni di carattere urgente non sono incluse nell’esperimento degli ambulatori a accesso diretto. Al momento, l’opzione è disponibile esclusivamente per i pazienti con codici bianchi e verdi.

Pertanto, dovrai attendere il tuo turno, a meno che tu non possa permetterti l’alternativa, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 10, di pagare per un accesso prioritario. Questa opzione non priva gli altri pazienti dei servizi sanitari. Tuttavia, potrebbero essere costretti a sopportare i lunghi tempi di attesa dovuti alla mancanza di risorse e personale in una sanità pubblica.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile