16 Aprile 2024 05:46

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

I posti pericolosi in casa durante un terremoto

Condividi

posti pericolosi in casa durante un terremotoPosti pericolosi in casa durante un terremoto

Essendo imprevedibile, una scossa di terremoto può avere conseguenze drammatiche, proprio per via della sua pericolosità bisogna essere informati sui luoghi più sicuri delle nostre case, in modo tale da ripararsi da eventuali imprevisti.

REGOLE – La prima regola da rispettare perché la più importante, è quella di mantenere la calma, in ogni situazione, per farci prendere decisioni giuste e non affrettate, ed utilizzare al massimo il nostro istinto di sopravvivenza.

DURATA – I terremoti, generalmente, durano pochi secondi, ma più grande è la scossa, più tempo essa durerà (i terremoti di magnitudo 5/6 durano spesso fino a 30 secondi); inoltre causano gravi danni urbani (cedimento di abitazioni, ponti, infrastrutture), ma col tempo si sta riuscendo a limitarne i danneggiamenti tramite strutture sempre più all’avanguardia.

AL SICURO – Come posso mettermi al sicuro? – I posti più sicuri possono essere di fianco ad un muro o ad una colonna robusta, ma in caso avessimo fretta di ripararci possiamo andare sotto uno stipite di una porta o al di sotto di un tavolo, per far si che non ci cadano addosso pezzi di cemento e/o intonaco.

LE 5 COSE DA NON FARE IN CASA DURANTE UN TEMPORALE

I posti pericolosi in casa durante un terremoto

EVITARE – Quali posti devo evitare? – Di sicuro bisogna allontanarsi da finestre e specchi o da qualunque oggetto composto da vetro, poiché, in caso di frantumazione, sono molto taglienti, quindi veramente pericolosi, bisogna anche stare alla larga da armadi ed in particolare alla cucina, piena di utensili, che se dovessero cadere metterebbero in repentaglio la nostra vita.

CONTROLLI – Bisogna fare anche alcuni accertamenti. Si consiglia di controllare, subito dopo la scossa di terremoto, perché potrebbe essercene un altra in arrivo, l’impianto gas della nostra abitazione, cercando di capire se ci siano eventuali perdite, accendendo la luce solo dopo questo passaggio. Consigliabile anche avere a portata di mano un kit di emergenza, dell’acqua, una torcia e del cibo non deperibile.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile