25 Maggio 2024 11:18

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Nevica sempre di meno: lo dicono i ginepri in Val Ventina

Condividi

nevica sempre di menoLa quantità di neve che cade è sempre meno. Le Alpi, un tempo una distesa interminabile di bianco, oggi soffrono sempre di più l’assenza di manto nevosa.

Tra il XV e il XX secolo, lo strato nevoso è rimasto pressoché costante; poi qualcosa è cambiato e gli scienziati hanno intensificato gli studi sulla neve negli ultimi decenni per comprendere meglio l’evoluzione. Per tracciare una storia precedente, i ricercatori si sono rivolti a uno strumento affidabile: i ginepri.

Ginepri in Val Ventina

Il ginepro cresce orizzontalmente vicino al suolo, permettendo agli anelli dei suoi rami di registrare la presenza della neve. Analizzando i ginepri della Val Ventina, in Valtellina, e confrontando i dati con le informazioni meteorologiche locali, gli scienziati hanno determinato che la durata media della copertura nevosa è diminuita di 36 giorni dal XV secolo. In un contesto secolare, è un cambiamento significativo.

Non c’è dubbio: i cambiamenti climatici sembrano essere il motore principale di questa diminuzione. Sebbene la quantità di neve vari da anno a anno, il trend a lungo termine è fortemente correlato alle temperature medie, suggerendo un ruolo predominante del riscaldamento globale.

SCIARE TUTTO L’ANNO: IL FASCINO E IL COSTO DELLA NEVE ARTIFICIALE

Nevica sempre di meno

La mancanza di neve, a sua volta, contribuisce al riscaldamento, poiché il bianco riflette i raggi solari mentre il terreno scuro li assorbe: il suo ruolo principale è rilasciare acqua nei fiumi e formare i ghiacciai.

La diminuzione della neve crea problemi per le comunità legate agli sport invernali, e l’uso di neve artificiale solleva polemiche per il suo impatto ambientale. Alcune soluzioni proposte includono la diversificazione del turismo in montagna e l’utilizzo più sostenibile dei cannoni per la neve.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile