25 Febbraio 2024 05:08

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Licenza sospesa al “Giusto Panino”, il racconto e le scuse del titolare

Condividi


Il titolare del bar di Morbegno (B.Z. di origine cinese) a cui è stata appena sospesa la licenza dal questore si è espresso sui social relativamente al fatto, dando la sua versione dei fatti e scusandosi per l’accaduto, in particolare una rissa la sera del 25 febbraio.

“Inizio con lo scusarmi con tutti per i casi successi ultimamente nel mio bar “Il Giusto Panino”. Con gli insegnamenti che mi avevano dato, ho sempre cercato di restare gentile con tutti e di trattare tutti i clienti nel stesso modo. Anche se poi i ragazzi fanno comunque casino e lo abbiamo visto”.

Il 24 enne morbegnese protagonista dello scontro “era stato già da un po’ cortesemente invitato a non frequentare il locale, ma il 25 febbraio il casino è successo prima all’esterno del locale e poi all’interno del bar perché ho chiamato Carabinieri”.

“Sono solo un barista, non ho la possibilità di controllare la fedina penale o cosa portano addosso quelli che entrano nel mio locale. E poi in verità la legge dice che gli esercizi pubblici non hanno il diritto di non far entrare le persone. Grazie e scusate ancora della preoccupazione che vi abbiamo recato. Dopo la apertura misurerò con cautela che non avvengano altri disturbi”.

LA NOTIZIA del 3 MARZO

Nella giornata odierna il Questore della Provincia di Sondrio, a seguito di controlli effettuati dal personale della Questura e della Stazione dei CC di Morbegno, ha emanato un provvedimento di sospensione della licenza di esercizio pubblico per un periodo di 15 giorni ex art. 100 T.U.L.P.S. nei confronti di un locale sito nel centro del comune di Morbegno.

DEGRADO – Il provvedimento si giustifica in ragione del verificarsi in suddetto locale di molteplici episodi di degrado che hanno costituito turbativa per l’ordine, l’incolumità e la quiete pubblica determinando il contestuale intervento delle Forze dell’ordine.

URGENZA – Poiché quanto segnalato è da considerarsi idoneo a legittimare l’adozione di misure che mirino a dissuadere comportamenti pregiudizievoli per l’ordine pubblico, è stato ritenuto necessario intervenire con urgenza attraverso la chiusura, limitata nel tempo, del luogo di aggregazione di soggetti indesiderati che costituiscono al contempo esplicito segnale di specifica attenzione al fenomeno da parte degli organi a ciò deputati.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie