Bonus revisione auto e moto

Condividi





Chi ha effettuato la revisione auto tra il primo novembre 2021 e il 31 dicembre 2021 ha due mesi in più di tempo per chiedere il rimborso di 9,95 euro che è stato previsto per compensare l’aumento tariffario della stessa entità scattato anch’esso dal primo novembre. Il termine per richiedere il bonus slitta quindi dal 28 febbraio al 30 aprile 2022. Dal primo maggio sarà invece possibile presentare la domanda per le revisioni effettuate a partire dal primo gennaio dell’anno in corso.
Per chiedere il rimborso, che viene accreditato direttamente sul conto corrente, i cittadini interessati dovranno accedere alla piattaforma ‘Bonus veicoli sicuri’ attraverso l’identità digitale Spid e compilare il modulo disponibile. La domanda può essere avanzata per le revisioni di autoveicoli (fino a 35 quintali), motoveicoli, ciclomotori e minibus (fino a 15 posti) effettuate nelle officine autorizzate, il rimborso è concesso ai proprietari per un solo veicolo e per una sola volta.
Bonus veicoli sicuri
Da novembre 2021 è aumentata da 45 a 54,95 € la tariffa delle revisioni dei veicoli a motore e dei loro rimorchi. A cui vanno aggiunte Iva (22%), tariffa motorizzazione (10,20 €) e spese postali (1,78 €) per totali 79,02 €. Un aumento del 18% rispetto ai 66,88 € precedenti.
Bonus
Per mitigare, in parte, l’aumento è stata prevista dal 3 gennaio 2022 l’erogazione di un buono veicoli sicuri di 9,95 € per gli utenti che tra il 2022 e il 2023 sottoporranno il proprio veicolo a revisione. Sarà lo Stato a versare la differenza tra vecchia e nuova tariffa per la revisione. Il bonus è valido per un solo veicolo o motociclo a motore e solamente una volta nel biennio. Chi ne possiede più di uno intestato a proprio nome beneficerà dello sconto solo sul primo ad essere sottoposto a revisione.
Quando va fatta la revisione
La revisione auto e moto deve essere effettuata dopo 4 anni dall’immatricolazione e, successivamente, ogni 2 anni.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie