Difficile che nel 2023 il canone Rai esca dalla bolletta





Nonostante  il clickbait in corso resta improbabile che il canone Rai esca dalla bolletta elettrica dal 2023. L’ordine del giorno presentato al decreto energia approvato ieri alla Camera è stato accettato dal Governo come raccomandazione e successivamente accolto con riformulazione (non è stato quindi votato). Si tratta quindi di un atto accessorio e di indirizzo politico senza vincoli per il Governo. Che infatti non ha rilasciato alcuna dichiarazione a riguardo.
La notizia del 4 gennaio
In molti ci avevano sperato, ma niente illusioni, si dovrà attendere il 2023 perché il canone Rai scompaia dalla bolletta. Anche nel 2022 chi possiede un televisore lo pagherà nella  bolletta elettrica, ma sarà l’ultimo anno in base al Pnrr che segue le richieste della Commissione europea. La buona notizia è che anche quest’anno l’importo del canone resterà invariato rispetto al 2021: 90 € in 10 rate mensili distribuite tra gennaio e ottobre. Dal 2023 però tornerà nella sua versione originale di tassa gestita in autonomia. Tutto da scoprire quale sarà il meccanismo anti-evasione che verrà adottato perché con le vecchie regole di riscossione la Rai, che nel bilancio prevede entrate nemmeno paragonabili  a quelle precedenti al 2016, rischierebbe di fallire.
In montagna si rischia di non vedere più la RAI
La notizia del 19 novembre 2021
Quello che sembrava più che probabile è diventato praticamente ufficiale, cioè dal 2023 smetteremo di pagare il canone Rai (90 €) direttamente nelle bollette elettriche. La hanno confermato oggi all’Agi fonti dell’esecutivo comunitario. La norma era stata introdotta nel 2015 per risolvere il problema dell’evasione dell’imposta tv da parte di milioni di cittadini, addebitandola sulle fatture emesse dalle imprese elettriche. La decisione di cancellare dalla bolletta elettrica l’esborso per il canone televisivo di 9 € al mese per 10 mesi arriva dalla Commissione europea che ha richiesto al Governo italiano, per motivi di trasparenza e rispetto della concorrenza, di eliminare gli oneri impropri dai costi dell’energia, come “raccogliere tramite le bollette somme che non sono direttamente correlate con l’energia”. Il governo si è impegnato con l’Unione Europea attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza legato al Recovery Fund. In base al cronoprogramma del Pnrr, concordato tra UE e Governo, il canone Rai verrà cancellato dalle bollette entro il 4° trimestre del 2022.
Come disdire canone RAI
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime Notizie