16 Aprile 2024 07:00

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Le differenze tra auto storiche e d’epoca

Condividi

Differenze auto storiche epoca – La prima differenza tra auto storica e d’epoca riguarda la possibilità di circolare liberamente su strada. Nel caso delle auto storiche, pur non potendo essere utilizzate a fini commerciali, possono circolare senza restrizioni. Per le auto d’epoca, invece, la circolazione è consentita solo se autorizzata e esclusivamente per specifiche operazioni di trasferimento del veicolo.

Le auto storiche beneficiano anche di vantaggi economici: tra i 20 e i 29 anni di età, godono di una riduzione della tassa di circolazione. A partire dal 30° anno, le auto storiche sono completamente esenti dal pagamento del bollo. Anche per quanto riguarda l’assicurazione di responsabilità civile, le auto storiche usufruiscono di agevolazioni. Infatti, numerose compagnie assicurative propongono offerte specifiche per le auto storiche, le cui tariffe, benché variabili a seconda del veicolo, si rivelano più vantaggiose di un’assicurazione tradizionale.

Ma quando un veicolo può essere considerato storico? Per ottenere la classificazione di auto storica, l’automobile deve aver compiuto il 30° anniversario dalla sua immatricolazione.

QUANDO SCADONO LE GOMME DELL’AUTO?

Tali veicoli, a condizione di soddisfare tutti i requisiti necessari per la circolazione – in particolare riguardo all’impianto frenante, ai dispositivi di segnalazione acustica e visiva, agli pneumatici, alle sospensioni e agli impianti di scarico – possono circolare legalmente sulle strade. Infatti, le auto storiche sono ancora regolarmente iscritte al Pubblico Registro Automobilistico.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile