18 Maggio 2024 19:22

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Di notte conviene spegnere lo scaldabagno?

Condividi

conviene spegnere lo scaldabagnoConviene spegnere lo scaldabagno?

Il boiler elettrico rappresenta un’alternativa efficace ai tradizionali scaldabagni a gas, rivelandosi essenziale in sistemi di riscaldamento centralizzati. Tuttavia, esso consuma notevolmente, costituendo in media il 18% delle spese domestiche, con significative conseguenze sulle bollette, specialmente se utilizzato in maniera inappropriata.

Un errore frequente consiste nel tenere il boiler elettrico sempre attivo, credendo che ciò riduca i consumi di elettricità. In realtà, i consumi aumentano con la temperatura dell’acqua mantenuta; più alta è la temperatura, più salata risulta la bolletta.

Mantenere il boiler acceso costantemente è uno spreco, soprattutto se non utilizzato; accenderlo solo quando necessario è più conveniente, considerando anche le tariffe elettriche.

Il boiler è un serbatoio che accumula e riscalda l’acqua mediante una resistenza elettrica. L’isolamento del serbatoio aiuta a mantenere l’acqua calda. La temperatura massima raggiungibile dall’acqua si aggira sui 100°C, ma il tempo necessario per riscaldarla varia in base alla stagione e alla località.

COME RIDURRE I CONSUMI DELLO SCALDABAGNO

La riduzione del consumo energetico si verifica quando il boiler raggiunge la temperatura impostata. Questo vale sia che il dispositivo rimanga sempre acceso, sia che venga attivato solo all’occorrenza. La dispersione termica può influenzare ulteriormente i consumi se l’apparecchio non è adeguatamente isolato.

Consumi dello scaldabagno elettrico

Uno scaldabagno elettrico di 1000 watt acceso per 6 ore al giorno consuma circa 2000 kWh all’anno, ma se costantemente acceso può incidere fino al 70% sulla spesa in bolletta, con un’efficienza del 10%.

Ridurre i consumi del boiler

impostare la temperatura a circa 50-60°C in inverno e 40°C in estate.
ridurre il consumo di acqua calda adeguando l’uso alle reali necessità familiari, preferendo la doccia al bagno.
Installare riduttori di flusso che possono diminuire il consumo di acqua calda fino al 40%.
Usare interruttori a tempo per gestire automaticamente i periodi di accensione.
Scegliere la giusta dimensione: meglio due piccoli boiler in luoghi diversi piuttosto che uno grande.
Effettuare regolari controlli per evitare guasti e sprechi.

Posizionamento dello scaldabagno
Posizionare il boiler lontano da muri freddi o umidi e vicino ad altri elettrodomestici. L’uso di un timer per programmare accensione e spegnimento può ridurre le spese.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile