Dicembre 1, 2022 21:24

Le agevolazioni per l’efficienza energetica degli impianti di riscaldamento

Bonus stufa a pellet 2022 Tutte le agevolazioni nel 2022 per l’efficientamento energetico degli impianti di riscaldamento.

Superbonus 110%
Il Superbonus è una detrazione potenziata (al 110%) dell’imposta lorda (un risparmio di imposta risultante dalla dichiarazione dei redditi) per interventi specifici in grado di aumentare l’efficienza energetica di edifici già esistenti, valida dal mese di luglio 2020 fino al 31 dicembre 2023.
Alcuni esempi di interventi che possono essere detratti con il Superbonus 110%
Sostituzione impianti di climatizzazione invernale con modelli centralizzati per raffrescamento, riscaldamento o fornitura di acqua calda sanitaria, se a condensazione a partire dalla classe A, a pompa di calore, compresi impianti geotermici o ibridi.
Isolamento termico pari o superiore al 25% delle superfici lorde disperdenti dell’involucro, inclinate e orizzontali.

Ecobonus 65% 50%
Si tratta di una detrazione al 65% e 50%, ripartita in dieci quote annuali dello stesso importo, dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e dell’Ires per interventi specifici  di riqualificazione energetica di edifici già esistenti.
Alcuni esempi di interventi che possono essere detratti con l’Ecobonus 65% 50%
Detrazione 50%-65% per sostituzioni, parziali o integrali, di impianti di climatizzazione invernale con sistemi dotati di caldaia a condensazione (con detrazione 50%), con contestuale installazione di sistemi evoluti di termoregolazione (65% di detrazione).
65% di detrazione  per interventi di sostituzione, parziale o integrale, di impianti di climatizzazione invernale con sistemi dotati di pompe di calore.
65% di detrazione per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria.

Bonus Casa 50%
Con questo bonus si può usufruire di una detrazione al 50% dell’Irpef, ripartita in 10 quote annuali di pari importo, sulle spese per interventi di ristrutturazione edilizia e manutenzione ordinaria e straordinaria.
In caso di ristrutturazione edilizia concerne le spese che si sostengono per eseguire interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria, opere di restauro e risanamento conservativo e lavori di ristrutturazione edilizia per immobili condominiali e per singoli appartamenti. Viene esclusa la detrazione per manutenzione ordinaria con interventi su singole unità immobiliari residenziali.

Conto termico 2.0
Si tratta in questo caso non di una detrazione fiscale, ma di un contributo dello Stato, che non può eccedere il 65% della spesa ammissibile sostenuta, che ha lo scopo di incentivare quegli interventi in  grado di incrementare la produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni e l’efficienza energetica.
I beneficiari del contributo possono essere imprese, privati e pubbliche amministrazioni, per cui sono stati stanziati fondi per 900 milioni di euro annui.
Alcuni esempi di interventi che possono essere incentivati con il conto termico
Sostituzione scaldacqua elettrici con modelli a pompa di calore.
Installazione di impianti solari termici per produrre acqua calda sanitaria e/o ad integrazione di impianti di climatizzazione invernale.
Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con modelli dotati di pompe di calore.

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie