23 Maggio 2024 23:24

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Tolleranza e limiti di velocità: quanto costa una multa autovelox?

Condividi

Quanto costa una multa autoveloxTolleranza e limiti di velocità

Le sanzioni derivanti dall’uso degli autovelox sono conseguenze di infrazioni rilevate tramite dispositivi mobili o fissi, impiegati dalle autorità per monitorare e sanzionare gli eccessi di velocità conformemente al Codice della Strada. Queste violazioni di solito non comportano una contestazione immediata, ma vengono notificate successivamente al domicilio dell’interessato tramite raccomandata.

Tali dispositivi sono operativi su strade urbane, extraurbane e autostrade, chiaramente segnalati e soggetti a regolari controlli di taratura. Esamineremo le procedure relative alle sanzioni degli autovelox, i tempi coinvolti e le opzioni di ricorso disponibili per contestare le multe relative agli eccessi di velocità.

AUTOVELOX IN LOMBARDIA

La circolazione stradale richiede il rispetto dei limiti di velocità stabiliti, come definito nell’articolo 142 del Codice della Strada:

50 Km/h nelle zone urbane;
90 Km/h sulle strade extraurbane secondarie;
110 Km/h sulle principali strade extraurbane;
130 Km/h sulle autostrade.

In caso di maltempo o altre condizioni avverse, i limiti possono essere ridotti di 20 Km/h, esclusi quelli urbani. Le apparecchiature autovelox applicano delle tolleranze: fino a 100 Km/h è prevista una tolleranza di 5 Km/h, mentre per velocità superiori a 100 Km/h si applica un ulteriore 5%.

È inoltre fondamentale adeguare la velocità alle condizioni del traffico e alle caratteristiche del veicolo, come sottolineato dall’articolo 141 del Codice della Strada. Talvolta, possono essere in vigore limiti specifici, segnalati da appositi cartelli e display luminosi, ad esempio durante lavori stradali o eventi speciali.

AUTOVELOX FISSI IN AUTOSTRADA E VIABILITÀ ORDINARIA

Quanto costa una multa autovelox?

Le autorità dispongono di vari strumenti per il controllo della velocità, inclusi autovelox, telelaser e tutor. Questi dispositivi, sia fissi che mobili, rilevano la velocità dei veicoli in transito e, in caso di infrazione, scattano una foto della targa del veicolo. Il tutor è utilizzato solo in autostrada per misurare la velocità media su tratti specifici.

Le sanzioni per violazioni rilevate da autovelox, sia fissi che mobili, sono identiche e dipendono dall’eccesso di velocità riscontrato, come stabilito dall’articolo 142 del Codice della Strada.

Per eccessi fino a 10 Km/h oltre il limite, la sanzione va da 42 euro fino a un massimo di 173 euro.
Da 10 a 40 Km/h oltre il limite, la sanzione va da 173 euro fino a un massimo di 694 euro.
Da 40 a 60 Km/h oltre il limite, la sanzione va da 543 euro fino a un massimo di 2.170 euro, con la possibile sospensione della patente da 1 a 3 mesi.
Oltre 60 Km/h oltre il limite, la sanzione va da 845 euro fino a un massimo di 3.382 euro, con la possibile sospensione della patente da 6 a 12 mesi.

A seconda della gravità dell’infrazione, superare il limite di velocità di 10 a 40 Km/h può comportare la decurtazione di 5 punti dalla patente, mentre superare il limite di 40 a 60 Km/h può comportare la decurtazione di fino a 10 punti. Nel caso di superamento del limite di oltre 60 Km/h, la decurtazione dei punti è superiore a 10 e, per i neopatentati, il numero di punti persi è raddoppiato.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile