22 Aprile 2024 20:58

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Sharenting: perché non postare foto dei minori sul web

Condividi

come salvare video facebookSharenting foto minori web – Lo sharenting comporta la condivisione di informazioni che coinvolgono non solo i genitori, ma anche parenti e amici, aumentando l’effetto della diffusione e la perdita di controllo sui contenuti nel tempo. Su internet si trovano immagini e video di minori, a volte accompagnati da dettagli e informazioni personali, che cessano di essere private, condivisi quasi quotidianamente.

Bisogna essere consci del fatto che lo sharenting è un fenomeno in continua crescita, tuttavia non si devono ignorare i possibili pericoli ad esso correlati. Infatti, condividere foto, video e altri contenuti riguardanti i bambini significa creare un “archivio digitale” del minore senza il suo permesso e senza che lui ne sia al corrente.

È importante prestare attenzione e cautela quando si condividono sui social media informazioni e materiali che riguardano i propri figli, garantendo, in molti casi, l’anonimato. Condividere dati personali e dettagliati, come la posizione geografica o il nome completo, potrebbe infatti mettere a rischio i bambini, esponendoli a pericoli come il furto d’identità.

Si raccomanda inoltre di non diffondere immagini dei propri figli in stato di nudità, in quanto tali foto dovrebbero restare sempre private per evitare il rischio che vengano utilizzate in modo improprio da terzi.

È utile attivare notifiche che avvertano i genitori quando il nome dei loro figli compare nei motori di ricerca.

Infine, è fondamentale rispettare il diritto alla privacy e il consenso dei minori, informandosi quindi sulle normative relative alla privacy dei siti su cui si intende condividere contenuti.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile