18 Aprile 2024 20:01

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Vecchi e nuovi frontalieri in Svizzera: cosa cambia

Condividi

frontalieri in SvizzeraFrontalieri in Svizzera: cosa cambia

Il recente accordo riguardante la tassazione dei lavoratori transfrontalieri in Svizzera, entrato in atto il 17 luglio 2023 e che rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2033, stabilisce due categorie: il “frontaliere di vecchia data”, ovvero chi ha iniziato a lavorare oltre il confine nel periodo tra il 31 dicembre 2018 e il 17 luglio 2023 (e manterrà questa condizione fino al pensionamento), e il “frontaliere recente”, ossia chi ha iniziato a lavorare dopo l’entrata in vigore del nuovo accordo.

Vecchi e nuovi frontalieri in Svizzera

Esiste una distinzione fondamentale tra queste due categorie: i frontalieri recenti dovranno versare in Svizzera una tassa alla fonte con aliquote pari all’80% di quelle ordinarie e poi dovranno sostenere l’IRPEF in Italia secondo le aliquote standard, sottraendo quanto già versato in Svizzera (per evitare la doppia tassazione). I frontalieri di vecchia data continueranno a versare solo in Svizzera la tassa alla fonte.

LAVORARE IN SVIZZERA VIVENDO IN ITALIA

Nel precedente accordo del 1974 sulla tassazione dei lavoratori transfrontalieri, era stabilito che i lavoratori dei comuni confinanti che rientrano giornalmente sarebbero stati tassati sul reddito da lavoro esclusivamente in Svizzera. Il nuovo accordo dispone che i Cantoni del Vallese, Ticino e Grigioni continueranno a fornire i ristorni, cioè un rimborso finanziario ai comuni di confine basato sul salario dei frontalieri storici, ossia il 40% delle tasse riscosse in Svizzera.

I lavoratori transfrontalieri storici provenienti dalla provincia di Sondrio che lavorano nel Canton Ticino, però, ad oggi non vengono riconosciuti come tali. Secondo l’interpretazione della Svizzera, non c’è l’obbligo di versare una quota delle entrate fiscali provenienti da questi lavoratori ai comuni della provincia di Sondrio.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile