Mercoledì 08 dicembre 2021

Come risparmiare l’assicurazione obbligatoria per sciare

Condividi





Come noto dal 2022 entra in vigore il Decreto Legislativo n. 40 del 28 febbraio 2021, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali, che all’articolo 30 ha introdotto l’obbligo dell’assicurazione con responsabilità civile verso terzi per accedere alle piste da sci.
Lo sciatore che utilizza le piste da sci alpino deve possedere una assicurazione in corso di validità che copra la propria responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi.
Esistono dei rimedi per evitare di stipulare una nuova assicurazione, di solito contestualmente all’acquisto dello skipass oppure attraverso una compagnia assicurativa.
Dal 2022 in vigore l’alcol test sulle piste da sci
Il primo escamotage è quello di iscriversi alla Federazione Italiana Sport Invernali (FISI), che offre ai propri iscritti l’assicurazione sci senza limiti di età che copre, oltre alla responsabilità civile, le spese di soccorso e i casi di invalidità permanente o morte dovuti a incidenti sulle piste.
Il secondo rimedio è cercare compagnie assicurative che offrono, all’interno dell’assicurazione per responsabilità civile stipulata dal capofamiglia, il rimborso dei danni conseguenti agli incidenti sulle piste da sci per tutti i membri del nucleo famigliare.
Scontro tra sciatori: ora si presume sempre il concorso di colpa



Ultime notizie