15 Luglio 2024 19:07

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

I cibi vietati in Italia

Condividi

cibi vietati in ItaliaCibi vietati in Italia

Quali sono i cibi che la legge italiana vieta di portare in tavola sul territorio nazionale perché non etici o pericolosi per la salute?

ILLEGALI – I cibi illegali in Italia sono alimenti che non si possono produrre, vendere, comprare, consumare e mangiare.

Pesce palla – Il suo consumo alimentare è vietato in Italia dal 1992 perché la sua carne potrebbe contente la tetradotossina, un veleno persino più potente del cianuro.

Sanguinaccio – Vietato dagli anni ’90, si tratta di un dolce della Campania, tipico del Carnevale, realizzato a base di sangue di maiale. Oggi si può trovare la  crema di cioccolato con questo nome, ma in realtà non ha tra i suoi ingredienti, vietati dalle norme igienico sanitarie nazionali, il sangue del suino.

Datteri di mare – Sono dei molluschi simili di aspetto alle cozze, ma che sono vietati da più di trenta anni in Italia e oggi in tutti i paesi europei. La loro illegalità (anche consumarli) nasce dal fatto che la loro raccolta è causa di distruzione dei litorali e mette in pericolo la biodiversità marina.

NOMI VIETATI IN ITALIA

I cibi vietati in Italia

Foie gras – Prodotto della cucina francese vietato nella maggior parte degli Stati europei e in Italia dal 2007 a causa dei suoi metodi di produzione, essendo sostanzialmente il fegato di oca o anatra fatto ingrassare attraverso un’alimentazione forzata. Se il divieto è stato fatto alla produzione la vendita non si è immediatamente arrestata, ma ormai dal 2021 in Italia non esistono più negozi che lo vendono (ma non sarebbe vietato farlo).

Uccellini di cacciagione – Dal 2014 in Italia è vietato catturare, mangiare e vendere allodole, tordi, fringuelli e beccafichi, uccellini di cacciagione che in passato erano parte della ricetta “polenta e osei”.

Casu marzu – Si tratta di un formaggio caprino sardo bandito dall’Unione europea che ne vieta produzione, commercio e consumo in quanto ritenuto  in contrasto con le norme igieniche e sanitarie stabilite in sede comunitaria. Era un formaggio con i vermi, ottenuto dalla colonizzazione dalle larve della mosca del formaggio.

Cane e gatto – In Italia è vietato mangiare carne di cane e gatto, ma il suo divieto di mangiare si ricava, in mancanza di una legge dedicata, dalle norme sulla tutela degli animali domestici e sulla macellazione delle carni (dove non sono presenti gatto e cane) e su quelle che riguardano i reati contro la crudeltà sugli animali.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile