19 Luglio 2024 22:39

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Esistono cappotti termici anti grandine?

Condividi

Operaio che installa un cappotto termico esterno in una casa in costruzioneCappotti termici anti grandine – L’isolamento termico di una casa è fondamentale per garantire un ambiente confortevole e ridurre il consumo di energia. Tuttavia, le condizioni meteorologiche estreme come la grandine possono danneggiare l’isolamento termico, compromettendo le sue prestazioni.

È possibile mitigare il problema scegliendo cappotti termici che resistono alla grandine? Esistono tecniche e materiali di isolamento termico per edifici che sono più resistenti agli impatti, come quelli causati da grandinate e altri fenomeni meteorologici estremi. In alcuni casi, queste tecnologie possono rendere il cappotto termico fino a 30 volte più resistente rispetto a uno tradizionale.

Per valutare la resistenza di un materiale ai chicchi di grandine, è necessario essere a conoscenza di due parametri: la scala TORRO e la certificazione ETA dei sistemi a cappotto.

La scala TORRO è una misura globalmente riconosciuta utilizzata per classificare la grandine secondo la dimensione dei chicchi. Questa scala è divisa in 10 categorie, che vanno da chicchi delle dimensioni di piselli fino a chicchi delle dimensioni di noci di cocco. Ogni categoria è associata a un’intensità, da H0 a H10.

Cappotti termici anti grandine – I cappotti termici possono ottenere una sorta di patente nota come certificazione ETA, che certifica la loro resistenza a grandinate di considerabile entità. Tale certificazione viene garantita dopo un insieme di test di resistenza agli urti causati dal contatto con un corpo solido (il codice del test è il seguente: UNI EN ISO 7892)

In base alla resistenza ad impatti di varie intensità, i cappotti sono suddivisi in tre categorie:
III: danni minimi a 3 Joule e danni più severi a 10 Joule;
II: nessun danno a 3 Joule, ma danni superficiali a 10 Joule;
I: nessun danno sia a 3 Joule sia a 10 Joule.

La maggior parte dei cappotti termici tradizionali appartengono alla Categoria II, quindi resistono a urti di 3 Joule ma mostrano danni superficiali ad impatti più forti. Se desiderate avere nella vostra abitazione un cappotto termico che sia resistente alla maggior parte delle grandinate, dovete assicurarvi che possa reggere urti di 10 Joule, equivalenti a un chicco di grandine grande quanto una pallina da ping pong.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile