25 Febbraio 2024 11:47

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Bonus caldaia 2024: come funziona e chi può richiederlo

Condividi

consigli per risparmiare gasBonus riscaldamento – Il Bonus caldaia 2024 fornisce un’opportunità per anticipare il passaggio graduale a impianti ad alta efficienza energetica e a zero emissioni. Questo incentivo per le ristrutturazioni domestiche può aiutarci nella scelta di sostituire le vecchie caldaie a gas. Il Bonus caldaia offre:

una detrazione fiscale del 50% o del 65%;
uno sconto immediato per coloro che hanno già sostituito la loro caldaia entro il 17 febbraio 2023.
Nel 2024, si potranno combinare altri incentivi al Bonus caldaia, a seconda dei lavori e degli investimenti per la casa ecologica, come il bonus mobili ed elettrodomestici, l’ecobonus e il bonus ristrutturazione.

Con il Bonus caldaia 2024 si può:

sostituire il vecchio sistema di climatizzazione e la vecchia caldaia;
acquistare impianti di caldaia a condensazione di classe almeno A;
installare impianti con generatori di calore da biomasse combustibili di classe almeno A con sistemi di termoregolazione di ultima generazione;
acquistare termovalvole.

Bonus riscaldamento –Il Bonus caldaia 2024 può essere richiesto utilizzando il modello 730 o il modello redditi persone fisiche. Fino al 2023, era possibile ottenere uno sconto immediato in fattura o convertire il credito d’imposta, opzioni valide solo per coloro che hanno realizzato gli interventi entro il 17 febbraio 2023.

Per sostituire o migliorare il sistema di riscaldamento in casa, è possibile abbinare il Bonus caldaia ad altri interventi, come:

Bonus mobili ed elettrodomestici (detrazione del 50% con un limite di spesa di 5.000 euro nel 2024);
Bonus ristrutturazione 2024 (con la nuova caldaia associata ai lavori di ristrutturazione con un limite di spesa di 96.000 euro);
Superbonus riformato;
Ecobonus (detrazione del 65% per caldaie a condensazione).

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie