14 Giugno 2024 05:49

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Riutilizzare le acque piovane in casa: vantaggi e funzionamento

Condividi

riutilizzare acque piovaneRiutilizzare acque piovane – Nelle abitazioni civili il 50% del fabbisogno giornaliero di acqua può essere fornito da recupero, riciclo e riutilizzo delle stesse.

De resto il consumo annuo medio di acqua potabile di una famiglia italiana ammonta a 200 metri cubi, ma solo una piccola parte viene usata per cucinare e bere.

Si possono riutilizzare le acque piovane (acque bianche) e le acque di scarico utilizzate per l’igiene personale (acque grigie), riportandole ad uno stato igienicamente puro attraverso un impianto di depurazione che drena acqua da tetti, coperture, lavandini e docce.

Le case dotate di sistemi tecnologici per il risparmio idrico ed energetico mantengono più valore nel tempo. Il sistema di recupero e riciclo dell’acqua contribuisce alla classificazione LED dell’edificio e riduce fino al 50% il consumo dell’acqua potabile

Le acque piovane recuperate possono essere impiegata per innaffiare giardini e irrigare aree verdi, lavare i veicoli, lavare il bucato, pulire cortili o riempire le cassette dei WC, mentre è meglio mantenere l’alimentazione dall’acquedotto per doccia, vasca da bagno, cucinare, lavare le stoviglie, gli usi legati all’igiene come la cura del corpo e l’uso irriguo per la coltivazione di ortaggi.

Riutilizzare acque piovane – In particolare il recupero dell’acqua piovana offre ulteriori vantaggi nel suo utilizzo per la lavatrice, in quanto risulta priva di calcare, con conseguente risparmio elettrico, e possiede una durezza minore che determina consumi minori, fino al 50%, dei detersivi.

I sistemi per filtraggio e riutilizzo delle acque grigie (le acque di scarico utilizzate per l’igiene personale) per uso domestico e irriguo e domestico, le riportano ad uno stato igienicamente puro attraverso un processo multiplo: filtrazione di tipo biologico-meccanico che non necessita di additivi chimici, ultrafiltrazione e sterilizzazione UV.

Questi sistemi richiedono poca, e facilmente accessibile, manutenzione e costi di esercizio molto contenuti quando dispongono del sistema di contro-lavaggio automatico.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile