29 Febbraio 2024 09:51

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Le criticità del cappotto termico interno e come si risolvono

Condividi

Problemi cappotto termico internoProblemi cappotto termico interno – Il principale beneficio dell’isolamento interno è sicuramente la possibilità di isolare un edificio quando non si può intervenire sulla struttura esterna. Inoltre, questo tipo di intervento è generalmente meno costoso rispetto all’isolamento termico esterno, un aspetto certamente da non sottovalutare.

Tuttavia, è importante essere consapevoli delle potenziali sfide che si possono incontrare con questa opzione. La prima è lo spessore dell’isolamento, che inevitabilmente riduce lo spazio disponibile all’interno dei locali. Di solito, si tende a scegliere materiali isolanti ad alte prestazioni ma a basso spessore, creando strati di soli 5-6 centimetri. Prima di procedere, comunque, è fondamentale condurre un’accurata valutazione.

Un’altra sfida dell’isolamento interno riguarda l’incapacità di creare un continuo strato isolante, come si farebbe con l’isolamento esterno, aumentando così il rischio di ponti termici. Tuttavia, questo problema può essere risolto utilizzando materiali isolanti specifici che permettono di estendere l’isolamento anche ai solai, sia di copertura che di pavimento, garantendo una maggior continuità.

Infine, è essenziale che l’installazione e la composizione siano eseguite con precisione per prevenire la formazione di condensa, dato che l’isolamento è interno e la temperatura della parete tende ad abbassarsi. Pertanto, nella scelta del materiale, è importante valutare sia le prestazioni in termini di isolamento termico che la capacità di traspirazione. Infatti, la scelta del materiale appropriato è la strategia più efficace per prevenire problemi di condensa.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie