Lunedì 23 maggio 2022

Perché deturpare il nostro splendido territorio?

Condividi

Proprio tre giorni fa abbiamo pubblicato la buona novella dei lavori in procinto di partire sul Sentiero Valtellina in bassa valle e già ci tocca, nostro malgrado, riportare una segnalazione che riguarda l’inciviltà proprio su questa fondamentale risorsa turistica del territorio. A scriverci è Francesco Lietti, riportiamo per intero il suo amaro commento.

“E’ assurdo vedere come l’incuria e la maleducazione umana regni sovrana anche in certe zone della nostra valle dove in futuro sorgerà la bretella che collegherà la parte della bassa valle con il reste del Sentiero Valtellina per andare a formare un’unica strada ciclabile.
Abbandonati all’imbocco della strada sterrata che dallo svincolo del Tartano porta all’abitato di Desco ci sono una lavatrice, un condizionatore, un aspirapolvere e altri elettrodomestici casalinghi. Rinnovo del corredo? Può darsi. In ogni caso il fautore ha avuto l’accortezza di scaricare il tutto in piena notte lasciando all’indomani una bella sorpresa ai passanti: dai cicloturisti a chiunque avesse oggi voluto fare una passeggiata domenicale immerso nella natura della Culmen.
Indagare su chi sia stato non credo serva a nulla, ma vedere certe immagini lascia solo spazio all’indignazione perché c’è ancora gente che, pur avendo discariche apposite in quasi tutti i comuni della valle, per cui ognuno di noi paga le tasse, ci sia ancora chi deturpa il nostro splendido territorio”.

 

Lascia un commento

*

Ultime notizie