Mercoledì 01 dicembre 2021

L’enogastronomia come volàno del turismo valtellinese

Condividi

Municipio di Teglio e Chiesa di Santa Eufemia “L’enogastronomia come volano del turismo valtellinese”
A Teglio un convegno per confrontarsi sul potenziale della Valtellina
Più di dieci anni fa il prof. Marco Vitale lanciò, nell’ambito della candidatura Unesco dei terrazzamenti valtellinesi, lo slogan “non solo sci”. Su questo claim si sono innestate negli anni seguenti molteplici riflessioni sui potenziali turistici della provincia di Sondrio, spesso su quello enogastronomico, come elemento rafforzativo del mondo della neve.
È prendendo spunto da queste esperienze che Valtellina Turismo Mobile organizza il convegno, in calendario il prossimo 30 gennaio, “L’enogastronomia come volano del turismo valtellinese”.
Come sede della serata, il giornale turistico online che abbina all’informazione web eventi pubblici di confronto offline, ha scelto la capitale enogastronomica della Valtellina: Teglio.
Ad aprire gli interventi sarà Elio Moretti, sindaco di Teglio, paese che, nelle sue varie anime, turistiche, culturali ed enogastronomiche, ha costruito una realtà che merita di essere raccontata.
Partendo dal piatto principe della cucina tellina, che da anni vede impegnata per la sua tutela, promozione e valorizzazione l’Accademia del Pizzocchero. A relazionare sui pizzoccheri come parte della storia e della tradizione provinciale e sul filo conduttore che li lega al territorio sarà il suo presidente Flavio Bottoni, anche in veste di presidente della Fondazione Fojanini.
Negli ultimi anni infatti esiste un’agricoltura tellina che sta crescendo, grazie all’Associazione per la coltura del grano saraceno di Teglio, che vedrà al tavolo dei relatori il presidente Riccardo Finotti, per raccontare la storia del sodalizio e l’impegno presente e futuro dei produttori.
La filiera enogastronomica tellina si chiude, del resto, con il fondamentale lavoro delle strutture ricettive e commerciali che presentano, attraverso i loro servizi di vendita e ristorazione, la tipicità dei luoghi e le loro produzioni. A parlarne sarà Fabio Valli, presidente dell’Associazione mandamentale di Tirano dell’Unione Commercio Turismo e Servizi della provincia di Sondrio.
Per approfondire potenzialità, ricadute e prospettive turistiche a livello mandamentale e provinciale di tutti questi elementi toccherà a Pierluigi Negri, direttore del Consorzio Turistico Media Valtellina
Come abitudine Valtellina Turismo Mobile rivolge il suo sguardo al di fuori dei confini locali e gli altri tre relatori che parteciperanno al convegno vanno proprio in questa direzione, per ampliare il respiro della discussione all’Italia e all’estero.
Partendo da Andrea Zanolari della Casa Vinicola Plozza, il cui intervento verterà, oltre che sul connubio vino e turismo, sugli scenari di mercato, con un occhio particolare rivolto alla Svizzera, ma, soprattutto, portando il contributo di esperienza della sua azienda in un territorio che, sul tema della serata, ha fatto passi da gigante: la Franciacorta.
Toccherà poi a Maurizio Gandolfi raccontare l’esperienza di Chalet Italia, che dal 2009 rappresenta la nazione nelle competizioni di sci internazionali, focalizzandosi sul legame tra grandi eventi sportivi ed enogastronomia.
E uno sguardo sull’estero, o meglio dall’estero, sull’enogastronomia come volano turistico della provincia di Sondrio lo offrirà Elio Narducci, segretario generale della Camera di Commercio Italiana per la Germania, grazie anche al suo punto di vista privilegiato a Francoforte sul mercato tedesco ed europeo per i prodotti e servizi italiani.
A condurre la serata Sandro Faccinelli di Valtellina Turismo Mobile.
Appuntamento per lunedì 30 gennaio 2017, alle ore 20:30, presso la sala consiliare del Comune di Teglio, in piazza S. Eufemia.
Il convegno, a ingresso libero, si concluderà con un rinfresco a base di prodotti tipici.

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

  1. Ezio Maifrè Rispondi

    Leggo: A condurre la serata Sandro Faccinelli di Valtellina Turismo Mobile. Appuntamento per lunedì 30 gennaio 2017, alle ore 20:30, presso la sala consiliare del Comune di Teglio, in piazza S. Eufemia. Il convegno, a ingresso libero, si concluderà con un rinfresco a base di prodotti” .
    Conoscendo l’ingegno, la preparazione e la brillantezza del “ fare e organizzare “ del Signor ( e spero ) Amico Sandro Faccinelli , pregherei, non a mio nome, ma in abbinamento al famoso e tradizionale piatto tipico del “ pizzocchero “ , gemellato con la presenza dell’infaticabile “genio” Rezio Donchi in una memorabile e indimenticabile festa al Ristorante “ Ai Portici “ in Tirano, alcuni anni fa, di ricordare nel convegno anche il “ Chisciöl “ oggi servito divinamente nei ristoranti associati.
    I’interessante giornale on- line Valtellina Turismo Mobile ha già riportato a suo tempo una descrizione del piatto tipico tiranese.

    vedi ttp://valtellinamobile.it/oggi-si-cucina-il-chisciol-storia-ricetta-e-video-
    preparazione,

    A mio parere, c’è molto ancora da fare per far conoscere, quale volano del turismo, questo gioiello di gastronomia del tiranese.

    Per conoscere : Digitare il sito: Confraternita del chisciol .

    Il Pizzocchero si potrebbe definire fratello maggiore del chisciöl ( o viceversa )poiché contiene molti ingredienti simili ed è nato pressocchè nella stessa zona.
    Insomma, anche il chisciöl , come il ” fratel ” Pizzocchero è degno d’onore e di prestigio se preparato con la ricetta tradizionale

    • Redazione Rispondi

      Grazie Ezio, sarà un piacere ricordare la Confraternita. Ancora di più se lo vorrete fare Voi personalmente nel corso del convegno, nel quale, come sempre, è auspicata la possibilità di intervenire da parte degli addetti ai lavori.
      Sandro Faccinelli

Lascia un commento

*

Ultime notizie