19 Luglio 2024 17:57

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Condizionatore o termosifone: quale consuma meno?

Condividi

Condizionatore a pareteCondizionatore o termosifone?

Una delle domande ricorrenti quando si parla di caro bollette è quale tra termosifoni e condizionatori sia più conveniente per contrastare gli aumenti di luce e gas.

CONDIZIONATORE – I condizionatori a pompa di calore più moderni e di classe energetica più alta costano di più all’installazione, ma riscaldano più velocemente i locali e possono essere accesi e spenti quando si vuole, anche da remoto e solo nelle stanze che si usano. Un altro loro vantaggio è quello della scarsa manutenzione richiesta (sostituzione o pulizia filtri d’aria).
I loro consumi energetici però sono alti, sui 400 watt orari o 1,2 kW/h.

TERMOSIFONE – Passando ai termosifoni il consumo del gas dipende da dove si abita, dalle dimensioni dell’abitazione, se il riscaldamento è centralizzato o autonomo, dalla differenza tra la temperatura esterna e quella che si vuole in casa. Ma la spesa generalmente è superiore in termini di costi energetici (gas metano) rispetto ai condizionatori. Richiedono un controllo (della caldaia) ogni due anni e possono essere programmati.

QUANTO CONSUMA UN TERMOSIFONE SEMPRE ACCESO?

Condizionatore o termosifone VANTAGGI E SVANTAGGI

I condizionatori riscaldano i locali velocemente, mentre alla caldaia a gas serve più tempo per scaldare tutto l’impianto di distribuzione dell’acqua, ma ha il vantaggio che può essere sfruttata per la produzione di acqua calda sanitaria. I termosifoni però hanno un minore spreco di energia perché non non viene dispersa con il metano che raggiunge la caldaia, al contrario di quanto accade con la corrente elettrica.

QUANDO USARLI – I condizionatori a pompa di calore con tecnologia inverter modulano automaticamente la potenza dell’aria necessaria per mantenere la temperatura impostata senza dovere spegnere e accendere frequentemente. Quindi sono ottimi quando arrivano i primi freddi, ma all’abbassarsi delle temperature minime le loro prestazioni si abbassano. Sono convenienti quindi per locali piccoli che si vogliono riscaldare velocemente. L’ideale, sia dal punto di vista economico che ambientale, sarebbe alimentarli con l’energia prodotta da pannello fotovoltaico.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile