Escursione all’Alpe Musella con le ciaspole


La potenzialità della Valmalenco sta nel fatto che offre tantissime opportunità in tutte le stagioni e attività. Sulla neve si cammina, scia, slitta, fotografa e ciaspola. Si parte dal parcheggio di Campo Franscia (1.499 m) e si imbocca la strada che sale al Dosso di Franscia (1.597 m). Nelle vicinanze della chiesetta, dove si stanno completando i lavori del percorso delle Marmitte dei Giganti, si prende il sentiero in direzione nord che inizia tra le ultime baite. Arrivati al piccolo alpeggio Dosso dei Vetti si continua a salire fino al bivio (1.835 m) dove si imbocca l’Alta Via della Valmalenco (triangolo giallo) che entra nella stretta valle del Torrente Scerscen e sbuca all’Alpe Campascio (1.844 m).

Nella parte più settentrionale dell’alpeggio si continua sull’AV in direzione nord-est percorrendo il ripido sentiero che sale all’Alpe Musella (2.021 m) dove si si continua sulla stradina innevata (Via Alpina-Roter.Weg) che va verso sud in direzione dei parcheggi di Campo Moro. Tralasciando le deviazioni sulla destra si arriva all’imbocco del sentiero (1.880 m) che scende all’Alpe Foppa e proseguendo su questo itinerario si raggiunge la centrale idroelettrica di Campo Franscia e il punto di partenza.
Percorso (T) di 11 chilometri, dislivello positivo 605 metri
Giorgio Gemmi

News su Telegram o WhatsApp

Ultime Notizie