20 Giugno 2024 01:45

Valtellina Mobile, notizie dalla Valtellina
Cerca

Gli errori da evitare per un uso ottimale del condizionatore

Condividi

Errori da evitare condizionatoreErrori da evitare condizionatore – Uno degli errori più diffusi nell’uso del condizionatore è regolare una temperatura eccessivamente bassa. Tale pratica porta solo un maggiore consumo energetico. Al contrario, stabilire il termostato su una temperatura attorno ai 24-26°C, potrebbe contribuire a economizzare energia e minimizzare i costi della bolletta.

Un climatizzatore con filtri impuri o ostruiti può incrementare il consumo energetico fino al 15%. Pertanto, assicurarsi di ripulire o sostituire con frequenza i filtri del climatizzatore potrebbe preservare la performance energetica dell’apparecchio e ridurre le spese.

Un climatizzatore che non riceve un’adeguata e costante manutenzione può progressivamente perdere efficienza, utilizzando dunque più energia. È fondamentale far esaminare il proprio climatizzatore da un esperto almeno una volta l’anno per garantirne il corretto funzionamento.

I condizionatori consumano più energia quando devono trattare l’aria calda esterna rispetto all’aria fredda in ritorno. Spesso, non vi è necessità di far costantemente circolare aria fresca poiché raggiungiamo un adeguato livello di ossigeno semplicemente aprendo porte e finestre. Di conseguenza, è consigliabile non permettere all’aria fresca di entrare nel vostro condizionatore o limitare tale ingresso quando è possibile.

E’ opinione comune che tenere acceso il condizionatore per l’intera giornata causi un notevole consumo energetico. Tuttavia, se siamo soliti accendere e spegnere di continuo il condizionatore, esso in realtà consumerà più energia poiché il compressore dovrà operare a piena potenza ogni volta che sarà riattivato. Quindi, è meglio lasciarlo in funzione per l’intero pomeriggio, mantenendo una temperatura gradevole ed un consumo energetico limitato.

Evitate di posizionare il termostato in zone calde. Se il termostato percepisce una temperatura circostante più elevata, il condizionatore interpreta tale dato come una temperatura altrettanto alta nella stanza, continuando così a raffreddarla e sprecando energia.

L’unità esterna necessita di dissipare il calore proveniente dalla vostra stanza. Proteggere l’unità esterna dall’irraggiamento solare può contribuire a limitare l’assorbimento di calore e quindi a diminuire il carico dell’unità stessa. Inoltre, questa pratica preserva anche la struttura dell’unità, migliorando in tal modo l’efficienza del condizionatore.

News su Telegram o WhatsApp

Condividi

Ultime Notizie

Valtellina Mobile