Escursione al Corno Stella dal passo Dordona


Si tratta di una delle belle cime delle Alpi Orobie occidentali che si può raggiungere dalla Val Madre, dalla Val Cervia, dalla Valle del Livrio oppure da Foppolo o da Carona. Salendo in Val Madre da Fusine (muniti di permesso) con un veicolo 4×4 si percorre una VASP che fino a quota 1.000 m è asfaltata, dopo di che si alternano tratti sterrati e cementati. Superato l’alpeggio di fondovalle la strada comincia a salire ripida su tratti anche abbastanza sconnessi. Transitati presso il Rifugio Dordona si raggiunge il Passo Dordona. Qui si scollina verso la bergamasca e alcune centinaia di metri più avanti, a quota 2.060 m, si trova la palina che indica il sentiero n. 203. Si continua verso sud-est raggiungendo in poco tempo una piccola baita dove parte sulla sinistra il percorso n. 204/A, denominato “Giro dei Laghi di Foppolo”, mentre proseguendo diritti, sempre sul n. 203, si va al Lago delle Trote (2.124 m). Dopo aver fatto un altro traverso si raggiunge la stazione di arrivo della seggiovia che sale da Foppolo dove, poco sopra, si trova il Dosso Montebello (2.220 m). Imboccando la stradina verso nord-est si sale al Lago Moro. Qui, oltrepassato il muretto di sbarramento delle acque, si prende il sentiero n. 204 che sale con pendenza abbastanza ripida. Superata una facile e breve cresta e alcune rocce, si arriva alla cima del Corno Stella a 2.620 m, punto panoramico dal quale si osservano tutte le sottostanti vallate, molti laghetti, il lago artificiale del Publino, il Monte Disgrazia, le vette della Val Masino, il Gruppo del Bernina e le lontanissime Alpi occidentali. Percorrendo lo stesso sentiero della salita si scende al Lago Moro per poi imboccare verso nord-ovest il percorso che completa il “Giro dei Laghi. Si sale al Passo di Valcervia (2.319 m) e si continua a salire verso sinistra per arrivare alla Cima di Montebello (2.370 m). Poco prima di questo dosso il sentiero scende alla stretta bocchetta che permette di raggiungere i sottostanti Laghetti di Montebello, il Lago basso delle Foppe e il Lago delle Trote. A questo punto si torna a percorrere il sentiero fatto all’andata tornando così al punto di partenza.
Percorso (EE) di circa 11 chilometri, dislivello positivo di 700 metri, no fontane.
Giorgio Gemmi
Calendario eventi


Ultime Notizie