Tirano: iniziati i lavori di una tangenziale sbagliata?

Condividi





Michele Corti scrive su Ruralpini.it che nonostante il Comitato Gruppo di salvaguardia territorio Stazzona – San Bernardo – Tirano abbia messo in evidenza che esistano delle alternative con minor consumo di suolo, nonostante queste alternative comportino costi inferiori e minori rischi alla circolazione (con tratti che saranno a rischio gelo e colate detritiche), l’Anas sta dando il via ai lavori della tangenziale di Tirano.
Sono infatti iniziati i lavori propedeutici di bonifica per l’eventuale presenza di ordini bellici nel tratto tra Stazzona e San Bernardo. Le ruspe sono già in azione. La fascia espropriata consuma una notevole superficie di suolo, in una piana agricola di pregio che assume un forte valore paesaggistico. Il danno al territorio va valutato nel contesto della realtà valtellinese. La Valtellina, tra le valli alpine, è quella che più ha sofferto per un consumo di suolo del fondovalle intensivo e disordinato, un corridoio di capannoni e centri commerciali che ne compromette irrimediabilmente la qualità del paesaggio con ripercussioni negative sul turismo.
Continua a leggere su Ruralpini.it
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie