Tipologie e manutenzione della canna fumaria

Camini e termocamini hanno bisogno di una canna fumaria in ottimo stato per funzionare correttamente. Soltanto grazie ad essa, possono evacuare i fumi derivanti dalla combustione. Per questo, è molto importante che la canna fumaria sia adatta all’utilizzo, sempre pulita e pronta all’uso. Attraverso una canna fumaria adatta, il funzionamento di camino e termocamino sarà ottimizzato, con un risparmio energetico migliore.

ACCIAIO INOX – La gran parte delle canne fumarie è realizzata in acciaio inox. Il loro diametro può essere ridotto in base alla loro altezza. Se abbiamo un’uscita dal camino o termocamino diametro 30 cm e la canna fumaria è alta meno di 5 metri non possiamo ridurlo. Invece, se la canna fumaria è alta oltre 6 metri, possiamo ridurla a 25 cm. Infine, se supera gli 8 metri, possiamo ridurla a 20 cm.

COIBENTAZIONE – Oltre al diametro, la cosa più importante è la coibentazione, che non deve permettere alla canna fumaria di dissipare il calore dei fumi, specialmente quando esterna alla casa. Oggi esistono comode tubazioni a doppia parete che sono perfettamente idonee allo scopo.

SCOVOLARLA – La canna fumaria va scovolata almeno una volta all’anno. Se si utilizza legna non proprio secca o di scarsa qualità anche due volte all’anno. In questa fase bisogna essere sicuri di aver scovolato tutto il condotto fumario che parte dal comignolo e arriva fin dentro il camino o termocamino. Infatti, basta anche un piccolo tratto o una curva non pulita per creare problemi di cattivo tiraggio o di fumo in casa.

News su Telegram o WhatsApp
Scarica la nostra APP Android

Ultime Notizie