Giovedì 09 dicembre 2021

Successo di pubblico per Sgarbi a Chiavenna

Condividi

La sala piena in ogni ordine di posti ha accolto domenica pomeriggio Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte è arrivato in Valchiavenna ospite del Circolo culturale La Torre in occasione del ciclo di conferenze dedicato alla presentazione del suo ultimo libro “Il Tesoro d’Italia – La lunga avventura dell’arte”, edito da Bompiani. Un lungo inseguimento quello tra il circolo valchiavennasco e il critico. I primi contatti risalgono, infatti, a metà degli anni ’90. Contatti poi sfociati in una prima visita alla città nel 2006. Irriverente e ironico il professore ha intrattenuto il pubblico per oltre due ore tracciando un percorso tra esponenti maggiori e minori dell’arte italiana dall’XI° secolo alle soglie del Rinascimento. Tra battute sulla situazione politica e citazioni dotte, Sgarbi ha illustrato i contenuti della sua opera, la prima di un ciclo di tre volumi dedicati alla storia dell’arte, appassionando i presenti. Sgarbi, sollecitato dallo storico locale Guido Scaramellini, ha anche promesso un impegno nei confronti del Governo per riportare in Valchiavenna i reperti archeologici detenuti dalla Sovrintendenza ai Beni Archeologici di Milano e per il recupero della chiesa di Campo Mezzola, che versa in condizioni precarie. Durante la giornata il professore ha visitato alcune delle maggiori attrazioni culturali e architettoniche della zona.
Fonte: Circolo La Torre

 

Lascia un commento

*

Ultime notizie