Sabato 04 dicembre 2021

Stazioni degradate e passaggi a livello pericolosi: il punto della situazione

Condividi





NEWS LOCALI
In data odierna il Prefetto di Sondrio ha presieduto un incontro in videoconferenza al quale hanno preso parte i Sindaci della provincia il cui territorio è attraversato dalle linee ferroviarie Colico – Chiavenna e Milano – Tirano, ANAS e rappresentanti di TRENORD SpA e di Rete Ferroviaria Italiana che hanno in gestione le predette linee.
Motivo della riunione era fare il punto della situazione relativamente ad una serie di criticità riferite allo stato della manutenzione delle suddette tratte e agli immobili adibiti a stazione, che erano in parte già state rappresentate dai Sindaci in una precedente riunione tenutasi in Prefettura e alla quale non era stata data continuità a causa della sopravvenuta pandemia; si sono poi aggiunte altre problematiche relativamente alle vicende legate ai passaggi a livello e ad episodi relativi agli stessi recentemente portati all’attenzione dell’opinione pubblica dai media.
I Sindaci, a turno, hanno rappresentato le specifiche criticità con riferimento al territorio di propria competenza. In particolare è emersa una generalizzata rappresentazione di degrado relativamente agli immobili adibiti a stazioni e ai manufatti presenti e da molti di essi è stato sottolineato che la carenza della manutenzione ordinaria e straordinaria, oltre che peggiorare le condizioni di sicurezza della circolazione, contribuisce ad una situazione di degrado che danneggia l’immagine del territorio. E’ stata anche rimarcata l’importanza di poter avere uno o più interlocutori di RFI cui far riferimento per le citate problematiche.
Il rappresentante di Trenord ha tenuto a precisare che negli ultimi anni si è proceduto ad un miglioramento del servizio, sia per quanto riguarda l’incremento della puntualità, sia per la immissione in servizio di treni più moderni e funzionali e con capacità di posti superiore. Ovviamente ha rappresentato le criticità dovute all’aumento di atti vandalici specie da parte di minori che hanno portato a disservizi in considerazione della necessità di interventi di ripristino non sempre agevoli e immediati.
RFI, intervenuta all’incontro con 5 dirigenti delle sue articolazioni, ha assicurato anzitutto, per rispondere alle istanze dei sindaci, la piena disponibilità ad affrontare con ciascuno di essi le problematiche di interesse.
E’ stata data anticipazione di una serie di interventi programmati in talune delle stazioni della provincia grazie anche alle risorse messe a disposizione per i prossimi Giochi olimpici invernali, nonché piena disponibilità ad interventi di manutenzione Anche per la tematica dei passaggi a livello, per la quale esiste una apposita struttura di RFI dedicata alla loro soppressione, la responsabile ha comunicato che è stata stanziata la somma di 60 milioni di euro per il pacchetto opere per le Olimpiadi, alla quale va aggiunta quella necessaria per la soppressione di altri passaggi a livello, tra i quali quello posto alla fine della tangenziale di Sondrio, in località Trippi, il cui recente episodio di guasto qualche giorno addietro, proprio per la sua posizione particolare, ha causato code e polemiche.
Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie