Mercoledì 26 gennaio 2022

Bonus Natale: di cosa si tratta, a chi spetta e come ottenerlo

Condividi

Non esiste il bonus Natale legato alla pandemia, o meglio non è come il bonus terme, quindi un voucher, ma è prevista l’erogazione di buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità. Il contributo, finanziato dallo Stato con 500 milioni di euro (decreto Sotegni bis), viene distribuito entro il 31 di dicembre dai Comuni. I fondi sono gestiti direttamente dai Comuni che devono pubblicare il bando con i requisiti per accedervi. Il bonus natalizio spetta generalmente ai nuclei familiari con figli, in difficoltà economica a causa del Covid. Viene data priorità va a chi non beneficia di altri tipi di contributi pubblici. Per ricevere i buoni spesa si deve controllare il sito internet del proprio comune, che stabiliscono i criteri per la distribuzione. Indispensabili nella domanda sono certificazione Isee del nucleo familiare e il numero dei componenti di minore età, con disabilità e anziani.
Buoni spesa a Sondrio
Da un minimo di 150 a un massimo di 300 euro, a seconda del numero dei componenti, il buono spesa erogato dal Comune di Sondrio per l’emergenza sanitaria. Le domande per ottenerlo devono essere presentate entro il 10 dicembre al Comune oppure anche alla Croce Rossa Italiana o alle Parrocchie, con le quali è stata promossa l’iniziativa. Il buono spesa una tantum per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità potrà essere erogato a cittadini o a nuclei familiari residenti a Sondrio in difficoltà a causa degli effetti prodotti dalla pandemia. Il modulo da compilare può essere scaricato da comune.sondrio.it. Il valore del buono spesa varia a seconda della composizione del nucleo familiare: 150 €  per il 1° componente elevato di 50 € per ogni altro componente fino ad un massimo di 300.

Ultime notizie