Venerdì 03 dicembre 2021

Sinfonia delle montagna: mostra fotografica a Chiavenna

Condividi

La val Febbraro e il pian dei Cavalli, Fraciscio e il santuario di Gallivaggio, gli angoli che trasudano storia, i rimandi che vanno oltre la memoria, un’atmosfera che non si respira altrove:
luoghi e sensazioni che prendono forma nelle fotografie di Platon Ratskevich, vice console del Consolato generale della Federazione Russia a Milano, tanto appassionato della Valchiavenna da dedicarle una mostra, “Sinfonia delle montagne”, che, dopo aver fatto tappa da Morbegno, presso palazzo Malacrida, arriva a Chiavenna, a palazzo Pretorio.
L’esposizione verrà inaugurata sabato 26 novembre, alle ore 18. La mostra sarà aperta, con ingresso libero, dalle 16 alle 19, da giovedì 24 a domenica 27 novembre e da giovedì 1 a domenica 4 dicembre.
Per tutti l’opportunità di scoprire ciò che lo sguardo di un innamorato della Valchiavenna nato e cresciuto a Mosca, lontanissimo per provenienza e cultura, ha catturato attraverso l’obiettivo fotografico.
«Il colpo di fulmine risale a dieci anni fa – racconta il console Ratskevich – durante una vacanza sulle piste da sci della Valle Spluga, che, da allora, sono diventate la meta delle mie fughe alla ricerca di pace e serenità.
A colpirmi, oltre alle montagne, una passione che coltivo sin da ragazzo, sono stati i percorsi storici, le vie del centro storico di Chiavenna, quella miscela tra natura e storia che rende speciale ogni angolo di questa valle. Anno dopo anno, vacanza dopo vacanza, scatto dopo scatto è cresciuto il desiderio di rendere un mio personale omaggio a questa terra ed è nata la mostra».
Tra Madesimo, Campodolcino e il resto della valle, il console pratica lo sci e il trekking e ha imparato a conoscere a ad apprezzare tutte le peculiarità di luoghi montani diventati anche suoi:
l’idillio iniziato dieci anni orsono oggi è una storia d’amore da raccontare e divulgare, in Italia e, soprattutto, in Russia.
Fonte: Consorzio Turistico Valchiavenna

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie