Salta il tetto per i pagamenti in contanti a 1.000 €

Condividi





Il voto di questa mattina agli emendamenti al Decreto legge milleproroghe in commissione alla Camera ha fatto saltare il tetto del contante previsto precedentemente (dal 1° gennaio scorso) a 1.000 euro. La modifica sposta l’entrata in vigore di questa soglia al 1° gennaio 2023, mentre per ora ritorna il limite precedente di 2.000 euro.
Si ricorda che il trasferimento di denaro contante, a prescindere dalla causa o dal titolo, è vietato anche quando avviene con più pagamenti inferiori alla soglia limite, che appaiono artificiosamente frazionati. I passaggi superiori a 2.000 euro possono avvenire esclusivamente attraverso mezzi tracciabili.
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie