Domenica 05 dicembre 2021

Ripensare Castel Masegra, mostra sul castello di Sondrio

Condividi

Castel Masegra SondrioRipensare Castel Masegra: contributi di ricerca e didattica per la conoscenza, conservazione e valorizzazione
Gli studi e progetti che si illustrano su Castel Masegra sono stati realizzati all’interno di un progetto Interreg (ricerca transfrontaliera finanziata UE), col supporto del Distretto Culturale della Valtellina.
Il progetto si sviluppa nell’ambito della Conservazione Programmata, intesa come logica virtuosa di programmazione degli interventi sul patrimonio architettonico.
La scelta del caso di studi si fonda sull’importanza che il castello ha da sempre per la città. Localizzato in un punto strategico del territorio, che storicamente ne ha esaltato le funzioni difensive, il Castello oggi può accogliere funzioni altrettanto indispensabili per lo sviluppo in ambito culturale ed economico della comunità sondriasca e valtellinese.
Le attività condotte su Castel Masegra esemplificano come la conservazione sia il frutto di interventi e conoscenze altamente specialistiche che si muovono sotto un’unica regia e che permettono di individuare nuovi usi compatibili con le effettive potenzialità degli edifici.
Nell’ambito del progetto, il Comune di Sondrio ha realizzato alcune opere che rendono fruibile il bene, come la sistemazione degli accessi e della corte coperta.
Ha avviata una campagna di scavi archeologici e di indagini georadar, riportando alla luce numerosi resti di strutture murarie ipogee di epoca pre-romana e gli accessi ai locali voltati del corpo sud-ovest.
Si è poi avviata la lettura stratigrafica dei prospetti (archeologia degli elevati), e le indagini sulla consistenza e caratterizzazione delle murature, grazie ad una campagna in situ per la verifica dello stato di sforzo e delle caratteristiche meccaniche delle murature.
Infine, è stato svolto un attento restauro delle superfici affrescate, preceduto da un’accurata campagna diagnostica per accertarne lo stato di conservazione e caratterizzare i materiali in opera.
La mostra presenta il contributo del Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni, Ambiente Costruito nel biennio 2013/14.
Nella prima sezione Tecniche avanzate per la conservazione, unitamente ad un quadro riassuntivo degli accertamenti e scavi eseguiti dal Comune di Sondrio, si illustrano i risultati delle ricerche innovative nel campo del rilievo laser scan e fotogrammetrico. I risultati hanno condotto alla creazione di un modello tridimensionale ad alta definizione. Il modello HBIM (Historic Building Information Model), oltre ad offrire una rappresentazione 3D accurata del castello, ha consentito la generazione un modello strutturato per soglie cronologiche, dimostrativo delle potenzialità per la divulgazione a scopo turistico e la simulazione del comportamento strutturale.
Applicando le procedure diagnostiche studiate per i piani di conservazione, sono state eseguite battute termoigrometriche (termografia IR e prove gravimetriche) e psicrometriche, oltre al monitoraggio microclimatico (tuttora in corso), per valutare gli sbilanci di temperatura e umidità dell’aria indotti della variazioni stagionali e quindi per identificare fattori di rischio per la conservazione. Le due battute termografiche eseguite sono state finalizzate anche allo studio delle strutture, della loro tessitura muraria, alla valutazione del quadro fessurativo.
Nella seconda sezione, La conoscenza della fabbrica, si presenta l’analisi del fabbricato, intesa come conoscenza degli elementi dell’architettura, dei materiali che li costituiscono e delle loro condizioni di conservazione, che costituisce la premessa indispensabile per la progettazione di un intervento; le tavole presentano alcune delle elaborazioni condotte nell‘ambito dei laboratori della laurea magistrale in Architettura ed Ingegneria Edile Architettura.
La terza sezione, Verso il progetto, raccoglie alcuni degli spunti progettuali elaborati nel corso dei laboratori didattici. Attraverso lo strumento del progetto architetti e ingegneri in formazione italiani e provenienti da tutto il mondo immaginano il futuro del castello sollecitando nuovi sguardi, talvolta provocatori.
INFO
Ripensare Castel Masegra
Palazzo Pretorio (piazza Campello – Sondrio)
Da sabato 14 a domenica 22 febbraio
Dalle 9:00 alle 18:00
Inaugurazione: sabato 14 febbraio ore 16:00
Fonte: Ufficio stampa Comune di Sondrio

Sondrio


Hotel 4 stelle
Officine auto
Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco
Psicologi e Psicoterapeuti

Lascia un commento

*

Ultime notizie