Venerdì 03 dicembre 2021

Riflessi rosa tra il verde brillante dell’Aprica

Condividi

Sono passati tre giorni, ma all’Aprica e in Valtellina tutti hanno ancora negli occhi il rosa diffuso e il candore dei sorrisi delle ragazze del Giro d’Italia donne. La tappa Aprica-Chiavenna del 25° Giro, infatti, ha regalato lampi di colore e freschezza, in particolare alla partenza. Qui, in mezzo a Corso Roma, una volta di più occupato pacificamente da Aprichesi e turisti, c’è stata la lunga passerella delle squadre, per un totale di circa 150 ragazze in tenuta da amazzoni delle due ruote. Ammirazione, applausi e sguardi sportivamente concupiscenti le hanno accompagnate al via sotto Palabione e Pasò, dentro la splendida cornice aplina completata dai contrafforti candidi del massiccio adamellino a est e dal Pizzo del Diavolo orobico a ovest.
Presenti il sindaco Carla Cioccarelli, che ha premiato con particolare gioia l’indossatrice provvisoria della maglia verde griffata BIM, il vicesindaco e assessore al Turismo Bruno Corvi, l’assessore provinciale Franco Imperial e il direttore del Consorzio Terziere Superiore Gigi Negri, la carovana rosa che più rosa non si può ha preso il via alla volta di Chiavenna a mezzogiorno di venerdì 11 giugno, baciata da un bel sole. Su e giù per le sponde della media e bassa Valtellina, attraversando meleti e vigneti, è infine approdata nel capoluogo della valle del Mera con l’ennesima vittoria dell’olandese campionessa del mondo Marianne Vos, che ha così consolidato la sua maglia rosa. Seconda di tappa l’italina Giorgia Bronzini.

Lascia un commento

*

Ultime notizie