Domenica 05 dicembre 2021

Per il CTS piste da sci aperte anche in zona rossa e arancione

Condividi





Arrivato il parere richiesto dalle Regioni al Comitato tecnico scientifico sulle linee guida dello sci nella stagione alle porte. Il CTS ha approvato il documento che prevede piste da sci aperte nel caso la zona interessata diventasse, in base ai dati Covid, zona rossa o arancione, ma comunque limitando, da parte delle società impianti, il numero massimo di skipass giornalieri, tenendo conto di quelli settimanali e stagionali, in base ai criteri che verranno stabiliti insieme alla Regione di riferimento e in accordo, ovviamente, con le aziende sanitarie locali.
Nessun problema e limite invece per gli impianti in zona bianca o gialla.
Assicurazione obbligatoria per sciare in Italia
Chiaramente il provvedimento, per essere valido, andrà recepito e approvato dal Governo in uno dei prossimi Consigli dei Ministri.
Nel qual caso verrebbe confermata anche la capienza degli impianti: 100% per quelli aperti e 80% per quelli chiusi oltre all’obbligo di indossare la mascherina.
Il controllo del green pass dovrebbe essere in capo ai gestori, privilegiando l’acquisto dello skipass (e quindi controllo) online, ma a campione.
Dal 2022 in vigore l’alcol test sulle piste da sci
Dal 2022 obbligo del casco per sciare fino a 18 anni
Cosa cambia con il divieto alle ciaspole sulle piste da sci
Scontro tra sciatori: si presume sempre il concorso di colpa
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie