Giovedì 02 dicembre 2021

Per antiche contrade in Valmalenco

Condividi

Con la visita al centro storico di Spriana inizia la seconda edizione di “Per antiche contrade. Alla scoperta del nuclei rurali più antichi della Valmalenco”, una serie di visite guidate, una per ciascun comune della valle, per conoscere posti, storia, tradizioni, curiosità, personaggi che hanno fatto l’identità di luoghi oggi spesso dimenticati, ma così ricchi di vita e di memoria.
Iniziamo sabato 19 luglio con la visita ad uno dei luoghi più caratteristici della valle, il centro storico di Spriana, che ha mantenuto pressoché intatta la sua antica fisionomia. Una passeggiata per l’abitato e alle sue due chiese, quella parrocchiale di S. Gottardo e quella della Madonna della Speranza, arroccata su uno sperone roccioso, per poi concludere alla Sala Dioli, dove è stata allestita una mostra permanente dedicata al maestro d’arte malenco, Erminio Dioli.
L’appuntamento successivo è per il 26 luglio a Torre di S. Maria, il centro storico e la chiesa parrocchiale di S. Maria Nascente, una delle chiese più antiche dellla Valmalenco.
Seguirà la visita guidata alla contrada S. Elisabetta di Caspoggio (2 agosto), quella a Primolo e al santuario della Madonna delle Grazie (9 agosto) e quella a Ganda di Lanzada (23 agosto) che sarà un’occasione per visitare e apprezzare il celebre dipinto della Madonna Addolorata, opera della pittrice Vittoria Ligari, figlia di Cesare, presso la chiesa della contrada.
La partecipazione alle visite è gratuita.
Per informazioni, info@ecomuseovalmalenco.it – tel. 339.2269257

Lascia un commento

*

Ultime notizie